Come mantenere i monili sempre puliti, integri e splendenti

1 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 voti
Condividi

I gioielli! Quale grande passione per le donne! Dettagli? Non direi. Per molte donne possedere anelli, bracciali, collane, spille e altro ancora è darsi un tocco in più di femminilità e di eleganza.

Istruzioni

  • 1
    Diciamo pure che i gioielli sono accessori di cui non sempre le donne possono farne a meno, anche se c’è molto lavoro per tenerli sempre puliti e brillanti.
  • 2
    Ovviamente per la pulizia si potrebbe far ricorso all’aiuto di un professionista, magari un gioielliere, ma questo tipo d’intervento sarebbe piuttosto costoso.
  • 3
    Per tenere tutto l’anno sempre efficienti i monili ci sarebbero comunque molti modi e mezzi che vanno approfonditi, non accantonati con tanti “se” e tanti “ma”.
  • 4
    Sono metodi del tutto naturali, diciamo pure casalinghi. Sono procedimenti facili da eseguire e anche da apprendere, qualora non siano già conosciuti dalle donne.
  • 5
    Ecco alcuni suggerimenti su come poter mantenere, col minimo sforzo, la propria “ gioielleria” ben pulita durante tutto l’anno.
  • 6
    Pulizia di diamanti preziosi.
    Il processo è molto semplice. Prepara su un piano di lavoro una ciotola di vetro, e versa all’interno della vodka.
  • 7
    Prendi i tuoi gioielli con diamanti e agitali, in senso circolare, in essa con l’aiuto di un cucchiaino da caffè o anche con il dito indice della tua mano.
  • 8
    Tirali poi fuori e fa’ loro una bella risciacquata direttamente sotto l’acqua corrente. Successivamente asciugali con un panno morbido.
  • 9
    Se il tuo prezioso con i diamanti è davvero molto sporco, allora è consigliabile che tu imbeva uno spazzolino morbido nella vodka e lo passi sul gioiello con estrema delicatezza.
  • 10
    Questo è un procedimento che ti assicurerà lo splendore del monile al 100% in pochissimo tempo. Passiamo ora alla pulizia di monili in oro.
  • 11
    Pulizia di monili in oro.
    Anche questa pulizia avviene con un procedimento che è semplicissimo. Tutto ciò che serve è una tazza di acqua tiepida, un cucchiaino di sapone liquido per stoviglie e un cucchiaino di ammoniaca per famiglia
  • 12
    Il tuo gioiello d’oro deve essere poi immerso in questa miscela e deve avere la possibilità di sostare in essa per un periodo di circa dieci minuti.
  • 13
    Dopo di ciò, è necessario utilizzare un panno morbido per rimuovere l’acqua e asciugarlo per benino. Sarai stupita dalla efficacia di questo procedimento!
  • 14
    I monili d’argento.
    I tuoi monili d’argento potrebbero rappresentare magari gli oggetti più difficili da pulire, almeno a sentire le varie voci femminili.
  • 15
    Molte donne cercano di pulirli con una pasta d’argento, ma questa, adoperata da mani certamente di dilettanti quali noi siamo, finisce di solito in un grosso fallimento.
  • 16
    Un modo più semplice sarebbe quello di usare una pentola in vetro temprato, il cui fondo dovrebbe essere rivestito con un foglio di alluminio.
  • 17
    In essa poi bisognerebbe aggiungere due cucchiai di bicarbonato di sodio, un cucchiaio di sale, e versare sul tutto dell’acqua molto bollente.
  • 18
    I monili d’argento vanno così calati in questa miscela, per sostarvi fino a quando l’acqua non si è completamente raffreddata. Dopo di che, si possono togliere i pezzi d’argento e lucidare con un panno morbido.
  • 19
    Se si utilizza questo procedimento puoi essere sicuro che tutte le fessure e le pieghe dell’oggetto in argento saranno ripuliti da tutto lo sporco depositatosi col tempo e la tua gioielleria brillerà di nuovo.
  • 20
    Il lato positivo di questo metodo riguarda il fatto che non c’è bisogno assolutamente di mettersi a sfregare l’oggetto, più e più volte.
  • 21
    Viene spontaneo chiedersi: “ma cosa può comportare di positivo il non sfregamento, oltre alla riduzione del tempo di lavoro, in sè e per sè?
  • 22
    Il non sfregamento aiuta non poco a prolungare la vita stessa dei monili in argento e a preservarli oltremodo integri, senza alcuna corrosione o abrasione, nel tempo.
  • 23
    La pulizia delle perle.
    Per quanto attiene alle perle c’è da dire che non vi è alcun complicato processo che le aiuti a mantenersi in ottima forma durante tutto l’anno.
  • 24
    Tutte le donne, penso nessuna esclusa, sanno benissimo che per preservare le perle pulite, lucide e morbide, cioè nella loro bellezza originale, basta semplicemente indossarle frequentemente, diciamo pure il più possibile.
  • 25
    Come mai, perchè? Beh, c’è una ragione scientifica per questo. L’olio dalla nostra pelle aiuta a mantenerle in tutto il loro splendore, belle e “vive”. .
  • 26
    Non dimentichiamoci che esse sono di sostanza organica e indossandole spesso permettiamo anche di potersi reidratare, grazie sempre all’umidità presente sulla nostra pelle.
  • 27
    Tuttavia, ci sono momenti in cui si hanno ben poche opportunità per indossarle. In questo caso, per mantenerle in buono stato, basterà aspergerle con una goccia di olio d’oliva, da mettere su un panno morbido e poi frizionarle ad una ad una dolcemente.
  • 28
    Dobbiamo stare attenti a non farle venire in contatto con profumi e cosmetici o altre sostanze acide. Indossiamole solo dopo che abbiamo terminato di spruzzare il profumo sul nostro corpo o di truccarci.
  • 29
    E’ consiglibile anche che ogni due anni esse vengano reinfilate e questo per evitare eventuali improvvise rotture di fili, per usura degli stessi. Ovviamente è un intervento che deve essere fatto solo dal gioielliere.
  • 30
    Occhio all’umidità!
    Ricordati di rimuovere sempre i gioielli che indossi prima di fare un bagno o lavare i capelli. Questa attenzione e cura devi volgerle massimamente e particolarmente nel caso di gioielli con pietre preziose.
  • 31
    Tutte le pietre preziose in genere sono molto sensibili all’umidità e l’esposizione ad essa potrebbe portare ad un effetto negativo, con la perdita dello splendore delle stesse.
  • 32
    Qualsiasi quantità di acqua, anche minima, che sosti molto a lungo negli intermezzi dei vari pezzi di gioielli rappresenta una vera e propria trappola per le particelle di polvere e altre sostanze residue dannose.
  • 33
    Ma se non hai alcuna voglia di impegnarti a seguire e a porre in campo i suggerimenti forniti, e intendi accorciare i tempi di lavoro, puoi benissimo pulire i tuoi monili in blocco. In che modo? C’è una soluzione elementare, conosciuta da tutti.
  • 34
    E’ la soluzione di acqua e sapone.
    Attenzione però ad essere perfettamente consapevoli del contenuto chimico del sapone che si vuole usare.
  • 35
    Se proprio non si è completamente sicuri di questo, allora la cosa migliore è quella di applicare la soluzione su una zona della gioielleria che è meno evidente e fare una prima prova.
  • 36
    Conservazione gioielli.
    Un adeguato rilievo deve essere rivolto alla conservazione dei gioielli. Possono sostare in uno spazio chiuso di “archiviazione” , ma che sia massimamente fresco e asciutto.
  • 37
    Qualora il posto dove li hai deposti e intendi conservarli vada soggetto ad un’esposizione prolungata al calore, alla luce diretta o all’umidità, sappi che esso è il meno adatto e provocherà danni irreparabili ai monili.

Tags

, , , , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up