Come “materializzare” con i vostri bambini la nota storia di gulliver (parte 4)

di
0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Anche in questa guida, come nelle tre precedenti, troverete alcuni consigli per creare con i vostri bambini dei lavori manuali che concretizzino la favola stessa.

Istruzioni

  • 1
    Si tratta di alcuni lavori manuali (come quelli indicati nelle guide precedenti) che potranno stimolare senza dubbio la fantasia dei vostri bambini e che li aiuteranno ad avere manualità e a prendere contatto con diversi materiali.
  • 2
    Questi lavori, tra l’altro, svolgono anche una funzione molto importante: servono essenzialmente per consentire ai vostri bambini di mettere in pratica una favola ascoltata in precedenza (in questo caso, quella di gulliver).
  • 3
    Quando il bambino è preparato e sa che dovrà realizzare dei lavori creativi che possano “materializzare” la favola, senza dubbio presteranno maggiore attenzione alla storia che verrà loro raccontata, soffermando l’attenzione anche e soprattutto sui particolari.
  • 4
    Partiamo ancora una volta da un aneddoto della storia, sul quale, magari, l’adulto potrà focalizzare l’attenzione mentre racconta, leggendola, la favola ai bambini: i lillupuziani amavano andare a cavallo (cavalli piccolissimi alla vista di gulliver).
  • 5
    Vediamo, allora, in che modo i bambini potranno realizzare il cavallo e divertirsi con lo stesso. Per altro, la figura del cavallo è particolarmente frequente nella favola di gulliver: questi incontra dei cavalli parlanti nel paese degli houyhnhnm e degli yahu.
  • 6
    Ecco i materiali che i bambini dovranno procurarsi: una manciata di cannucce colorate; un bastoncino di legno per spiedini; un pezzo di cartoncino bianco; colla vinilica; pennarello; un paio di forbici; un pezzo di spago.
  • 7
    Per prima cosa, i bambini dovranno tagliare tante cannucce: alcune dovranno essere più lunghe (e serviranno per il corpo del cavallo) ed altri pezzi dovranno essere un po’ più corti (serviranno per la faccia del cavallo).
  • 8
    Adesso, dovranno prendere un gruppo di cannucce lunghe e dovranno legarle assieme con un po’ di spago, creando due legami, uno per ogni estremo delle cannucce; dovranno poi fare lo stesso con un gruppo di cannucce più corte.
  • 9
    Attenzione: ricordate che il gruppetto di cannucce più corte dovrà essere composto da un gruppo di cannucce meno numeroso rispetto a quelle utilizzate per realizzare il gruppo composto dalla cannucce lunghe.
  • 10
    Adesso, con un paio di forbici dalla punta arrotondata, i bambini dovranno tagliare un’estremità delle cannucce (smussandole un poco), in modo tale da poter dare la forma al corpo e alla testa (al muso) del cavallo.
  • 11
    Ora, i bambini dovranno tagliare in cinque parti il bastoncino di legno da spiedino e poi dovranno incollare questi pezzi proprio all’interno di cinque cannucce; la parte eccedente delle cannucce, poi, dovrà essere ritagliata.
  • 12
    Con un pezzo di bastoncino di legno avvolto dalla cannuccia, ora, i bambini dovranno unire la testa al corpo del cavallo: testa e collo sono rappresentati, rispettivamente, dai blocchi di cannucce (posti in orizzontale) corte e lunghe.
  • 13
    La cannuccia che funge da raccordo fra testa e corpo, invece, rappresenta il collo, e dovrà essere incollata alle due estremità con della colla vinilica. Allo stesso modo, dovranno collocarsi le 4 zampe nella parte inferiore del corpo.
  • 14
    Le quattro cannucce che rappresentano le quattro zampe saranno quelle che, al loro interno, hanno ovviamente il pezzo di legno dello spiedino. In questo modo il cavallino dovrebbe già essere in grado di reggersi in piedi.
  • 15
    Adesso i bambini dovranno ricavare da un cartoncino bianco un paio di orecchie; poi, dovranno ritagliarle ed incollarle ai lati della testa. Lo stesso dovrà essere fatto per gli occhi: i bambini dovranno ricavare due occhi.
  • 16
    Questi, poi, dovranno essere ritagliati; all’interno dei dischi bianchi dovranno essere disegnati dei pallini neri. Poi, gli occhi dovranno essere collocati (con della colla vinilica) sul volto del cavallo; la colla dovrà asciugarsi bene.
  • 17
    Successivamente, i bambini dovranno completare la realizzazione del cavallo, perfezionandolo ed aggiungendo dei dettagli: dovranno creare la coda e la criniera. Per farle, sarà sufficiente prendere alcune cannucce.
  • 18
    Poi, bisognerà tagliare a strisce, sfilacciandole. Alcune cannucce dovranno essere collocate con la colla sul retro del cavallo; lo stesso dovrà essere effettuato per la criniera, che dovrà essere collocata sulla testa del cavallo.
  • 19
    Ovviamente, il cavallo potrà essere realizzato anche con cannucce dello stesso colore; ovviamente, con questa stessa tecnica, i bambini, sempre con l’aiuto di un adulto, potranno realizzare ogni tipo di animale che desiderano creare.
  • 20
    Come racconta la storia, i lillupziani erano in guerra con la vicina città di blefuscu. Gli abitanti di questa città, un giorno, stavano per attaccare l’impero di lilliput, avendo già predisposto le loro navi, pronti per una battaglia navale.
  • 21
    Gulliver, allora, da gigante, fece un passo in mare e, facilmente, raggiunge le navi dei blefuschiani e, dopo aver preso in mano i cavi di ormeggio di tutte le navi nemiche, se le mise a tracolla e trascinò la flotta nemica in mare aperto.
  • 22
    Vediamo, quindi, in che modo i bambini potranno realizzare le navi degli abitanti della città di blefuscu. Si tratta, in realtà, di un lavoro che consentirà loro non solo di mettere in pratica la favola, ma anche di creare un gioco con cui divertirsi assieme.
  • 23
    Il materiale di cui i bambini avranno bisogno sono questi: alcuni fogli di cartoncini colorati (di colore giallo, arancione, rosa, blu e azzurro); mollette da bucato; alcuni adesivi; matita; un paio di forbici; pennarelli colorati.
  • 24
    Poi, i bambini avranno bisogno di un pennarello indelebile nero; di un po’ di spago; di un punteurolo; di alcuni stuzzicadenti; di un coperchio di una scatola (di quelle delle scarpe, ad esempio); di tre spagnolette vuote.
  • 25
    Per prima cosa, i bambini dovranno realizzare le vele. Dovranno disegnare e ritagliare dal cartoncino giallo, da quello arancione e da quello rosa due diversi quadrati (uno un poco più grande dell’altro) ed un triangolo.
  • 26
    Poi, i bambini dovranno infilare uno stuzzicadenti nei quadrati dello stesso colore: in sostanza, lo stuzzicadenti deve infilzare i due quadrati, in modo che questi di flettano un poco, dando l’idea di una vela gonfiata dal vento.
  • 27
    Il quadrato più piccolo dovrà essere collocato nella parte superiore; viceversa, quello più grande, andrà collocato nella parte sottostante. Allo stesso modo si dovrà procedere con i quadrati rosa e con quelli di colore arancione.
  • 28
    Adesso i bambini dovranno piegare i triangoli a metà (facendo coincidere il vertice con il vertice) e dovranno incollare ciascuno di essi su una vela di colore diverso: il triangolo arancione, ad esempio, sulla vela rosa; quello giallo sulla vela arancione e quello rosa sulla vela gialla.
  • 29
    Adesso, i bambini dovranno ritagliare tre strisce di cartoncino blu che siano alte come le sponde della scatola di cartone che hanno a disposizione. Due strisce dovranno essere lunghe come il lato lungo della scatola ed una come il lato corto.
  • 30
    Adesso, i bambini dovranno collocare le strisce blu sul cartoncino azzurro e, per ciascuna striscia, dovranno ritagliare una striscia più alta ed una striscia più bassa. Successivamente, i bambini dovranno fare un bordo ondulato su ogni striscia.
  • 31
    Adesso, l’onda più alta dovrà essere incollata all’interno della scatola e le altre due onde dovranno invece essere collocate all’esterno, in modo che vadano dalla più alta alla più bassa. Ecco che le onde del mare sono collocate.
  • 32
    Adesso i bambini dovranno decorare le onde con alcuni pesci, tutti colorati, eventualmente realizzati con degli adesivi e poi rifiniti con dei pennarelli neri. In ogni caso, le decorazioni potranno essere fatte nel modo che i bambini desiderano.
  • 33
    Adesso i bambini dovranno decorare con dei pennarelli colorati le mollette da bucato di legno; le mollette, poi, dovranno pinzarle all’estremità degli stuzzicadenti. Poi, dovranno fare tre fori sulla sponda della scatole senza onde.
  • 34
    Adesso, all’interno di questi fori dovranno essere fatti passare dei pezzi di spago e dovranno legarne un’estremità alla molletta e l’altra estremità alla spagnoletta vuota. Ecco che il lavoro ed il gioco è ormai pronto.
  • 35
    In sostanza, questo lavoro consentirà ai bambini di giocare e divertirsi. Questo gioco di abilità consiste, in sostanza, nell’attorcigliare il più velocemente possibile alla corda attorno alla spagnoletta, per tirare poi verso di sé la nave, contro la parete della scatola. Si potrà giocare in 3 alla volta.
  • 36
    Come narra la storia, l’ultimo viaggio che gulliver fece e che cambiò radicalmente la sua vita fu quello che lo condusse nel paese degli houyhnhnm e degli yahu. Questi ultimi, gli yahu, sono descritti da gulliver come dei mostri strani, degli ominidi.
  • 37
    Vediamo, allora, come i bambini possono realizzare il mostro yahu. Ecco i materiali che occorrono: lana blu di almeno due tonalità; matita; cartoncino verde; compasso; spago; un paio di forbici; cartone ondulato verde, giallo e lilla.
  • 38
    Serviranno, poi, anche questi materiali: due palline di polistirolo; pennarello nero indelebile; carta velina di colore verde; un tubo di cartone (di quello su cui è avvolto il nastro adesivo, grande); alcuni sassolini; una cannuccia; colla vinilica; bastoncini di ciniglia (scovolini).
  • 39
    Per prima cosa, i bambini dovranno piegare a metà il cartoncino verde e dovranno poi disegnare due cerchi concentrici con il compasso di 5 cm e di un cm di diametro. Dovranno poi ritagliarli e praticare in taglio su ciascuno di essi, dal bordo fino al centro.
  • 40
    Adesso i bambini dovranno sovrapporre i due cerchi, facendo passare in mezzo un pezzo di spago; ricordate che le due estremità dello spago stesso devono fuoriuscire parallele alla sagoma. Adesso i bambini dovranno avvolgere la lana al bordo del cerchio.
  • 41
    Nel farlo, dovranno far passare la lana passando dal foro interno. Con le forbici poste tra i due cartoncini, poi, i bambini dovranno tagliare la lana lungo il bordo e dovranno legare gli estremi dello spago con un nodo doppio.
  • 42
    Successivamente, per realizzare gli occhi del mostro, i bambini dovranno disegnare con il pennarello nero indelebile le pupille sulle due palline bianche. Poi, dovranno usare un pezzetto di cannuccia per fare il naso del mostro.
  • 43
    I bastoncino di ciniglia, invece, dovranno essere utilizzati per realizzare le braccia (da collocare lateralmente) e l’antenna, da collocare in alto, sulla testa. Infine, i bambini dovranno realizzare le zampette e i piedi del mostro.
  • 44
    Per realizzare i piedi, i bambini dovranno incollare due bastoncini di ciniglia su due strisce di cartone ondulato di colore giallo. I piedi, poi, dovranno essere incollati nella parte bassa del mostro. Fate asciugare la colla.
  • 45
    Adesso, i bambini dovranno ritagliare due cerchi di cartoncino ondulato che abbia lo stesso diametro del tubo di cartone. Poi, dovranno porre all’interno della scatola così realizzata alcuni sassi e dei pezzi di carta velina appallottolata.
  • 46
    Successivamente, i bambini dovranno rivestire di cartone ondulato verde l’esterno del tubo e, poi, dovranno incollarci sopra il mostro realizzato. Il rotolo girerà, si muoverà avanti ed indietro, e i sassolini faranno rumore.
  • 47
    Ovviamente, con questa tecnica, i bambini potranno realizzare tranquillamente vari mostriciattoli di colori diversi oppure mostri di forme diverse. Si tratta di un modo, alternativo e gioioso, di incentivare la fantasia dei vostri bambini.

Tags

, ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up