Come organizzare l’armadietto dei farmaci a prova di bambino!

1 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 voti
Condividi

Un buon armadietto di farmaci per automedicazione è sempre d’obbligo in casa, ma può risultare pericoloso per i bimbi, vediamo come renderlo sicuro.

Cosa serve per completare questa guida:

- Armadietti;
- lucchetti;
- confezioni a prova di bambini;
- etichette;
- numeri di sicurezza.



Istruzioni

  • 1
    Al giorno d’oggi aspirine, antipiretici e farmaci comunque destinati all’automedicazione sono a portata di tutti e possiamo tenerli in casa di scorta anche grazie alle loro scadenze relativamente lunghe.
  • 2
    E’ bene ricordarsi sempre però di tenere i farmaci lontani dalla portata dei bambini, in luoghi sicuri, come armadietti appositi, per evitare che possano diventare pericolosi per l’incolumità dei nostri figli più piccoli.
  • 3
    I bambini piccoli infatti possono scambiare per caramelle i farmaci, ed essendo molto ghiotti di caramelle potrebbero ingerirli in gran numero e
    questo potrebbe causare danni gravemente innvalidanti alla loro salute.
  • 4
    I bambini che hanno circa 6 mesi e cominciano a gattonare, oltre a tutto, rientrano in quella che si può definire: la fase orale e tendono a toccare ogni oggetto alla loro portata e a portarselo alla bocca, volendo conoscerlo con tutti e quanti i sensi, compreso il gusto.
  • 5
    Dato che, anche dopo i 6 mesi di età, la propensione alla scoperta e all’esplorazione dell’ambiente circostante rimane alta nei bambini, è consigliabile tenere i farmaci in armadietti chiusi a chiave e magari in posizione sopraelevata rispetto all’altezza dei bambini (pensate anche che i bambini più grandi sono molto svegli e potrebbero salire su una sedia per raggiungere l’armadietto).
  • 6
    Per quanto riguarda le confezioni dei farmaci, cerchiamo di privilegiare quelle in blister e quelle antibambino che sono senza dubbio più sicure, ma dobbiamo fare comunque molta attenzione a non lasciare incustodito nessun tipo di farmaco e a riporre i farmaci sempre nella loro confezione originale.
  • 7
    Se arriva un raffreddore improvviso o una febbre, o ancora peggio, l’influenza, è uso normale tenere a portata di mano i farmaci che usiamo quotidianamente, in questi casi ricordiamoci sempre di tenerli in posizioni sopraelevate in casa.
  • 8
    Se portiamo dei farmaci con noi in borsa, ricordiamoci di metterli in tasche con cerniere all’interno della borsa stessa, chiudiamo la borsa e non lasciamola mai incustodita in presenza di bambini piccoli, la loro curiosità spesso li porta a frugare nelle borse di mamma e papà.
  • 9
    E’ d’uso comune oggi utilizzare dei portapillole, noi sappiamo che pillole vi abbiamo messo dentro, ma il bimbo no e oltre tuto in caso di ingestione accidentale dobbiamo sapere prontamente cosa è stato ingerito dal bambino, per comunicarlo al centro antiveleni o al medico.
    E’ quindi sconsigliato l’uso dei portapillole, al limite mettiamoci sopra unn’etichetta che dice cosa c’è dentro.
  • 10
    Passiamo ora ai farmaci pediatrici: facciamo molta attenzione anche a questi che, se assunti in dosi troppo elevate, possono risultare tossici.
    Leggete quindi sempre bene sui bugiardini (foglietti all’interno delle scatole dei medicinali) le dosi e i modi di impiego, prima di somministrare qualsiasi farmaco ai bimbi e comunque fare affidamento a cosa dice il pediatra.
  • 11
    Se il bimbo ingerisce accidentalmente dosi basse di farmaci e apparentemente non ha nulla, non adagiamoci sugli allori, portiamolo prontamente dal medico, ricordiamoci che oltre a possibili intossicazioni sono da tenere d’occhio anche gli effetti indesiderati, alcuni dei quali, potenzialmente letali per i più piccoli.
  • 12
    Consiglio, oltre ai medicinali, di riporre nell’armadietto chiuso anche gli integratori, gli olii essenziali e i prodotti presi in erboristeria.
    Possono essere infatti molto pericolosi per i bambini non essendo provvisti di apposite chiusure di sicurezza.
  • 13
    Quando abbiamo impegni e lasciamo i bambini ai nonni, ricordiamoci che, spesso gli anziani devono prendere pillole e altri farmaci quotidianamente, ma non sono abituati a tenerli fuori prtata bambini, ricordiamo quindi ai nonni di stare attenti e nascondere i farmaci in luoghi sicuri.
  • 14
    In fine ricordiamo che, anche piccole pillole che noi igeriamo con tranquillità, se ingerite dai bambini possono presentare pericoli non solo per la loro commposizione chimica ma per la loro dimensione, causando principi di soffocamento nei bambini che le ingeriscono inavvertitamente.
  • 15
    Teniamo sempre con noi, su una piccoola agenda o sulla rubrica del telefono cellulare i numeri del pediatra, del nostro medico curante, del pronto soccorso più vicino e del centro antiveleni più vicino in caso di ingestioni accidentali.
  • 16
    Ricapitolando, è bene tenere un armadietto dei farmaci inn casi di emergenza in casa, ma se abbiamo bambini piccoli che girano liberamente, su 2 piedi o a gattoni, chiudiamo gli armadietti a chiave, teniamo le chiavi sempre con noi e riponiamo tutti i farmaci nell’armadietto.

Tags

, ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up