Leonardo.it

Come pescare con la canna..per principianti

1 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 voti
Foto Come pescare con la canna..per principianti
Condividi

Ti piacerebbe imparare a pescare? Non è poi cosi difficile

Cosa serve per completare questa guida:

- canna da pesca;
- gamberetti;
- attrezzatura da pesca.



Istruzioni

  • 1
    La pesca è uno sport molto divertente, ma ricordiamoci che ci stiamo divertendo con la vita di animali. Per questo motivo, io da pescatore giustifico la pesca solo se ha uno scopo alimentare, cioè se mi mangio ciò che ho pescato. Infatti così facendo questi animali non sono morti invano ed è un pò come andare in pescheria. Non condivido neanche quei pescatori che liberano le prede dopo averle pescate perche’ comunque l’amo lascia dei segni che a volte impediscono ai pesci di alimentarsi e quindi sono destinati alla morte comunque.
  • 2
    Dobbiamo decidere se pescare in acqua dolce o in acqua salata. Per un principiante consiglierei di cominciare con la pesca in mare, in quanto non è necessaria nessuna licenza, al contrario della pesca nei fiumi. In questa guida quindi parleremo solo della pesca in mare.
  • 3
    Cominciamo dall’attrezzatura. Possiamo utilizzare la canna fissa oppure una canna dotata di mulinello.la canna fissa permette di pescare a distanze ravvicinate e di cattirare prede relativamente piccole. Si tratta di un bastone flessibile alla cui cima è legata una lenza della stessa lunghezza della canna. Tale pesca quindi consente di pescare ad una distanza massima dalla riva doppia della lunghezza della canna. Una canna dotata di mulinello invece permette di pescare anche a notevoli distanze essendo dotata di un rocchetto dove si arrotolano almenl 100 m di lenza. Per un principiante consiglio di acquistare una canna con mulinello di almeno tre metri senza spendere grosse cifre. La canna con mulinello, infatti, volendo può comportarsi anche come canna fissa.
  • 4
    La lenza è un filo di nylon trasparente e molto resistente ed esiste in commercio in vari spessori ad es 0.10 mm, 0.12 mm le più sottili; 0.40, 0.50 mm le più spesse. Più è spessa la lenza più è resistente, ma chiaramente risulta più visibile ai pesci che si insospettiscono.
    E’ quindi utile usare la lenza più sottile possibile rispetto alla preda che abbiamo intenzione di catturare. Di solito nel mulinello si arrotolano 100 metri di lenza spessa almeno 0.40 o 0.50 mm e solo nella parte terminale si mette tramite un moschettone una lenza più sottile a seconda dei casi. Quindi alla fine della lenza del mulinello si mette un moschettone in modo tale che sia comodo poi sostotuire la parte terminale in caso di problemi.
  • 5
    Nella parte terminale dopo il moschettone bisogna inserire un piombino per dare peso e un amo almeno. La legatura dell’amo è una pratica abbastanza complessa e noiosa ma per fortuna in commercio vi sono ami già legati. La misura degli ami va da 1 a 20, 1 è il più grande, 20 è il più piccolo. Per cominciare vi consiglio la misura 14, che consente di catturare prede abbastanza piccole, ma con un po’ di fortuna vi portate a casa anche prede più grandi.
  • 6
    Se avete acquistato degli ami già legati noterete che hanno circa 1 m di lenza, ora dovrete applicare i piombini. La quantita’ e il peso dipendono dal tipo di canna che possedete, dalla distanza cui volete lanciare e dal tipo di pesca che praticate. Esistono piombini di varie grammature e forma. Per cominciare vi consiglio di applicare 5 o 10 grammi di piombo ad una distanza dall’amo di almeno 50cm. Un piombo troppo vicino all’amo potrebbe insospettire i pesci. I piombi dotati di buchi si applicano facendovi passare al suo interno la lenza tre o quattro volte finchè non è ben fermo. Se sono dotati di spaccatura vanno schiacciati con i denti o con una pinza sulla lenza.
  • 7
    Prima del piombo poi bisogna creare un cappio in modo tale da poter agganciare il nostro pezzo di lenza dotato di piombo e amo al moschettone. Consiglio di prepararsi parecchie di queste lenze terminali a casa prima di andare a pescare in modo tale da averne pronte a sufficienza quando siamo sul luogo della pesca e non sprecare tempo.
  • 8
    Molto importante é la scelta del posto dove andare a pescare. Si può pescare dalla spiaggia, dagli scogli, in un porto. Per cominciare consiglio di andare sugli scogli, scegliendo magari un posto già frequentato da pescatori d’esperienza che sicuramente possono darvi delle dritte e se loro pescano li’, vuol dire che il fondo è buonoe c’è qualcosa da tirar su.
  • 9
    Una scelta molto importante è quella delle esche. Ci sono tipi di pesce che esigono esche particolari,ma per cominciare è meglio usare esche, diciamo così, ad ampio spettro, cioè gradite a tante razze di pesci. Per cominciare quindi consiglio di usare gamberetti o vermi. Mi raccomando quando applicate l’esca sull’amo coprite bene l’amo che assolutamente non deve essere visibile.
  • 10
    Cominciamo ora quindi a pescare, cominciamo con la pesca sul fondo.
    Prendete la canna avvolgete la lenza con il mulinello fino a quando il moschettone non è molto vicino alla punta della canna, poi portatevila canna alle spalle facendo una torsione del busto, aprite l’archetto del mulinello, tenentoferma la lenza con un dito attaccato alla canna, lanciate e quando il piombo sta per partire lasciate la lenza.come in ogni cosa per lanciare lontano ci vuole un po di pratica. Lasciate poi andare sul fondo il piombo, chiudete la lunetta del mulinello e riavvolgete fino a quando la lenza non è ben tesa. Poggiate poi la canna a terra in una posizione che vi consenta di controllare la punta della canna, che da ora in poi chiameremo cimino. Adesso entra in gioco la proverbiale pazienza del pescatore, bisogna aspettare che un pesce sia interessato alla nostra esca. Quando un pesce comincera a mangiare la nostra esca, se la lenza è ben tesa, noteremo che il cimino della nostra canna comincia a muoversi.
    Ora non dobbiamo avere fretta, lasciamo al pesce il tempo di studiare la situazione. Se il pesce insiste, prendiamo la canna e diamo un bello strattone per far si che l’amo si infilzi nella bocca del pesce. Se sentiamo tirare è il momento di riavvolgere la lenza per recuperare il nostro pesce. E’ necessario far si che la lenza in questo frangente sia sempre ben tesa, altrimenti il pesce potrebbe staccarsi.
  • 11
    E’ utile procurarsi un secchio dove porre le nostre prede e magari un retino per poter recuperare i pesci di grosse dimensioni senza rischiare di rompere la lenza o di staccare l’amo.
  • 12
    Si puo decidere anche di pescare con un galleggiante. Questo tipo di pesca permette di pescare non sul fondo, ma a mezz’acqua o vicino alla superficie.
    Il galleggiante va posto tra il moschettone e il piombo, e deve essere tale da galleggiare nonostante il peso del piombo che abbiamo usato.
    In questo caso la presenza del pesce non è segnalata dal movimento del cimino, ma dal movimento o affondamento del galleggiante.
  • 13
    Di solito i mulinelli sono dotati di frizione regolabile tramite una manopola sistemata sul retro del mulinello stesso.
    Tale frizione serve a regolare la resistenza della bobina della lenza alla trazione da parte del pesce per evitare la rottura della lenza. Cioè se il pesce tira troppo forte e la lenza sta per rompersi, la bobina inizia a girare ed evita che la lenza si spezzi. La frizione quindi va regolata preferibilmente alla resistenza immediatamente precedente alla rottura della lenza.
  • 14
    Sarebbe utile acquistare una cassettina apposita dove sistemare la propria attrezzatura. Vi si metteranno amidi varie misure, rocchetti di lenza di vari spessori, piombi di vari pesi, moschettoni, forbici, uno straccio e tutte le nostre lenze terminali pronte.
  • 15
    Molto utile puo’ rivelarsi l’acquisto di uno slamatore che rende piu’ agevole liberare la bocca del pesce dall’amo dato che a volte viene ingoiato
  • 16
    Un tipo di pesca molto comodo è quello dal porto, o da un molo. E’ molto rilassante sedersi su un piano di cemento e calare giu’ la lenza. L’acqua è molto profonda e le prede di conseguenza possono essere molto grosse ma la qualità dell’acqua e quindi del pesce pescato di solito lasciano un po’ a desiderare.
  • 17
    I momenti migliori per la pesca sono la sera o la mattina molto presto. C’e’ anche chi pesca tutta la notte. Quando pero si pesca al buio bisogna dotarsi di una lampada e speciali lumini da sistemare sul cimino della canna detti starlight.
  • 18
    Utilizzando gamberetti o vermi come esche si possono pescare: saraghi, boghe, salpe, suelli ecc. E avolte capitano bavose che non sono commestibili.
  • 19
    Attenzione alle tracine! Sono pesci che vivono nella sabbia e sono dotati di pungiglioni urticanti e dolorosi. Occhio quindi, prima di buttare le mani sulla vostra preda, accertatevi che non sia una tracina.
  • 20
    Se vi piace la frittura di piccoli pesci vi consiglio la canna fissa dagli scogli. Utilizzare ami piccoli del 18 o del 20, un piccolo galleggiante e qualche grammo di piombini. Buttate del pane per attirare i pesci dove volete pescare. Come esca utilizzate piccoli pezzettini di gambero. Andate a pescare la mattina molto presto e la frittura è assicurata!
  • 21
    Per la pesca dalla spiaggia bisogna dotarsi di canne molto lunghe e usare molto peso perche è necessario lanciare molto lontano.
  • 22
    Un pesce che necessita di esche particolari è l’orata, che ama le cozzette col guscio o i granchietti vivi. Ma per questa preda bisognera’ attendere di essere un po’ piu’ esperti.
  • 23
    Settembre è la stagione degli agoni o aguglie.sono pesci azzurri lunghi e sottili dotati di un becco a punta. Per catturarle va bene il gambero, ma bisogna utilizzare un galleggiante piombato in quanto bisogna lanciare lontano, ma mantenere l’esca in superficie.
  • 24
    Se vi capita di catturare un agone di piccole dimensioni potete usare lui a sua volta come esca viva. Gli mettete due ami grossi sotto pelle e lo lasciate nuotare, vi puo capitare di catturare una lampuga.

Tags

, , , , , , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up