Leonardo.it

Come preparare il latte in polvere

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Una guida per sapere come si prepara il latte in polvere.

Istruzioni

  • 1
    Quando un bambino non prende il latte della mamma al seno le soluzioni possono essere due: o la mamma usa il tiralatte e da il suo latte al bambino col biberon.
  • 2
    Ma in questo caso la montata lattea materna prima o poi si esaurisce.
    Oppure si ricorre al latte in polvere, un latte composto da tutti i nutrimenti di cui un neonato ha bisogno.
  • 3
    Se ne trovano divisi per fascia di età, con le giuste quantità di calcio e sali minerali adatte all’età a cui si riferiscono.
  • 4
    A volte non sempre un latte in polvere è ben tollerato dal bambino e in quel caso con l’aiuto del pediatra dovrete trovare quello più adatto.
  • 5
    Comunque per preparare un pasto con il latte in polvere al vostro bambino basta seguire pochissime regole semplici e precise.
  • 6
    Inanzitutto lavatevi bene le mani, per non trasmettere germi al cibo del vostro bambino. Ovviamente biberon e tettarella devo essere sterilizzati.
  • 7
    Almeno per i primi tre mesi di vita si dovrebbero sterilizzare biberon e tettarella dopo ogni pasto del bambino, dopo i tre mesi si può sterilizzare anche soltanto una volta al giorno.
  • 8
    Per sterilizzare ci sono diversi metodi: quello a freddo che prevede di tenere gli oggetti da strilizzare in una soluzione di acqua e liquido sterilizzatore per un determinato periodo.
  • 9
    A caldo, ovvero facendo bollire per qualche minuto gli oggetti da sterillizzare in acqua. Oppure usando l’apposito sterilizzatore.
  • 10
    Considerate però che se usate la sterilizzazione a caldo le tettarelle, sia in silicone che in lattice, tenderanno a cedere.
  • 11
    A questo punto potete scegliere tra due tipi di latte artificiale: c’è quello già pronto per l’uso, venduto in buste da mezzo litro.
  • 12
    In questo caso dovrete soltanto scaldare il latte e versarlo alla giusta temperatura nel biberon del vostro bambino. A livello economico non conviene però.
  • 13
    Oppure prendere il latte in polvere: in questo caso la preparazione è un pochino più lunga e laboriosa, ma nulla di trascendentale.
  • 14
    Per ricostituire il latte usate esclusivamente acqua imbottigliata (di solito si usa la san gemini o la amoroso o comunque un’acqua a basso contentuto di sali minerali)
  • 15
    Oppure potete bollire l’acqua di rubinetto, ma in questo caso non saprete quanti sali minerali l’acqua contiene.
    L’acqua va misurata dopo la bollitura (poichè tende a evaporare.
  • 16
    A questo punto versate l’acqua nel biberon e aggiungete il numero di misurini indicati per l’età del vostro bambino (o quelli che vi consiglia il pediatra)
  • 17
    La polvere non va pressata nel misurino e neanche scrollata via, aiutatevi con un coltello per togliere la polvere in eccesso dal misurino.
  • 18
    Una volta aggiunta all’acqua agitate bene il biberon fino a che la polvere non si sarà ben amalgamata all’acqua creando una soluzione.
  • 19
    Non aggiungete mai zucchero (a meno che non ve lo abbia detto esplicitamente il vostro pediatra) se il latte non viene consumato subito va conservato in frigorifero e riscaldato prima di suarlo.
  • 20
    Si consiglia sempre di non riutilizzare il latte avanzato da un pasto, anche se il bambino ne ha mangiato meno della meta, ormai il latte contiene parte della saliva del bambino.

Tags

, , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up