Leonardo.it

Come preparare il liquore di mirto a casa

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Il mirto fatto in casa…vera prelibatezza!

Cosa serve per completare questa guida:

- 1 barattolo di vetro da almeno 2 litri;
- bacche di mirto nero quanto basta;
- alcol per liquori quanto basta;
- acqua (per lo sciroppo);
- zucchero (per lo sciroppo).



Istruzioni

  • 1
    Il mirto è una pianta tipica della macchia mediterranea bassa ed è molto diffuso allo stato spontaneo sia in sardegna che in corsica. Le bacche della pianta vengono utilizzate per la realizzazione di un liquore molto rinomato: esiste il mirto nero ed il mirto bianco.
  • 2
    Il mirto nero è sicuramente il più diffuso (a mio parere anche il più buono) e si ottiene da un’infusione alcolica delle bacche nere prodotte dalla pianta mentre il mirto bianco viene prodotto con le bacche bianche o con le foglie della pianta. La raccolta delle bacche è eseguita a mano nel periodo della maturazione che va da novembre a gennaio. E’ da precisare che prima della preparazione del liquore le bacche vanno lavate e fatte asciugare possibilmente con metodi naturali all’aria.
  • 3
    Ecco la mia ricetta del mirto fatto in casa: prendete un barattolo di vetro, uno di quelli con la chiusura ermetica e guarnizione e riempitelo di bacche di mirto lasciando il collo del barattolo vuoto. Coprire completamente le bacche con l’alcol, sigillare il barattolo e lasciare le bacche al buio in infusione per almeno 60 giorni.
  • 4
    Terminato il periodo di infusione bisognerà preparare uno sciroppo con acqua e pari quantità di zucchero fatti bollire e poi riposare. Togliere le bacche dall’infusione e, prima di gettarle, sottoporle a torchiatura. La dose per la preparazione del mirto è in genere di 1/3 di estratto alcolico delle bacche e 2/3 di sciroppo di zucchero. Una volta mescolati i due, ci dovrà essere un periodo di riposo, al buio e in luogo asciutto, per un periodo minimo di due mesi.
  • 5
    Terminato quest’ultimo periodo di riposo il liquore di mirto è pronto per essere bevuto. Vi consiglio vivamente, se ne avete la possibilità, la preparazione casalinga perchè vi potrà far gustare appieno l’essenza corposa di questo liquore senza nulla togliere ai liquori di mirto in commercio.

Tags

, , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up