Leonardo.it

Come preparare la tacchinella farcita

di
0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Come preparare la tacchinella farcita
Condividi

Ecco una ricetta sfiziosa per preparare la tacchi nella ripiena che è una gioia per il palato e per la vista e che non può mancare sulla tavola di Natale. La ricetta non è semplicissima, ma seguendo questi consigli il successo è garantito.

Istruzioni

  • 1
    Per prima cosa, vi occorre una tacchinella di circa 3,5/4 kg (esemplare più giovane) a meno che non abbiate un forno molto grande. Preferite comunque la tacchinella al tacchino, perché le sue carni sono più saporite e molto più tenere. Vi occorreranno, poi: 200 grammi di salsiccia; 1 mela; 300 grammi di castagne; la mollica di 2 fette di pancarrè; una cipolla; un po’ di burro; sale e pepe.
  • 2
    Per prima cosa sarà necessario preparare la farcia della tacchinella: conviene preparare il ripieno un giorno prima e conservarlo in un contenitore ermetico in frigorifero, farcendo la tacchinella solo al momento di metterla in forno. Per il ripieno, innanzitutto incidete le castagne e fatele cuocere in forno per mezz’ora a 200°. Poi spellatele e tritatele.
  • 3
    Nel frattempo, fate appassire in una casseruola la cipolla tritata finemente con un noce di burro; unite, poi, la salsiccia sbriciolata e fate cuocere per circa un quarto d’ora, mescolando di tanto in tanto. Versate poi il tutto in una ciotola ed aggiungete la mela sbucciata e tagliata a dadini, la mollica di pancarrè prima ammorbidita nel latte e poi strizzata. Amalgamate il tutto fino ad ottenere un composto denso ed omogeneo: aggiungete altro latte se necessario. Salate e pepate.
  • 4
    Ora procedete con la tacchinella. Per prima cosa dovete passare la tacchinella sulla fiamma della cucina, girandola da ogni lato, al fine di eliminare ogni traccia residua di peli e piume. Successivamente lavatela, asciugatela, salatela e pepatela all’interno. Allargate poi l’apertura sotto il petto e, con le mani o con un cucchiaio, inserite il ripieno in modo che la tacchinella sia riempite per 3/4.
  • 5
    Una volta inserita la farcia, dovete legare l’apertura, cucendo con ago e filo (o spago da cucina), creando dei punti molto ravvicinati, in modo da impedire alla farcia di fuoriuscire dalla tacchinella durante la cottura. Sempre con spago da cucina, poi, legate insieme le due cosce, di modo che non possano aprirsi durante la cottura. Adagiate poi la tacchinella su una placca da forno, con il petto rivolto verso l’alto.
  • 6
    Spalmate poi il petto della tacchinella con 20 grammi di burro e fatela cuocere in forno a 190° per circa 3 ore e mezza, rigirandola di tanto in tanto ed ungendola sempre con altro burro fuso. Se volete ottenere un risultato visivo ed estetico sorprendete, potrete farcire anche la pelle della tacchinella, procedendo con la farcia sotto pelle prima della farcia interna.
  • 7
    Il tempo di cottura di una tacchinella di tale peso è tanto: ecco dei consigli per evitare che la pelle si bruci e che la parte del petto possa risultare troppo asciutta, secca e stepposa. Per prima cosa, potete avvolgere il petto del tacchino, sopra la pelle, con delle fette di pancetta, legandole con lo spago, e poi eliminandole quando manca un’ora dalla cottura. Altrimenti, potete coprire l’intero tacchino con un doppio o triplo foglio di carta forno. Poi scoprite la tacchinella almeno un’ora prima della fine della cottura, in modo che la tacchinella possa comunque prendere colore.
  • 8
    Per prima cosa massaggiate con le mani il petto della tacchinella in modo da ammorbidire la pelle stesse e poi ungetevi la mano con dell’olio. Poi sollevate la pelle dell’orlo del collo, infilatevi la mano unta e risalite fino al petto, facendo molta attenzione a non rompere la pelle, ungendo così le pareti interne della pelle. Poi, inserite tra la pelle e la carne, lungo il petto e le cosce, delle foglie di prezzemolo, e posizionatele bene con le dita.
  • 9
    Potete inserire anche d elle manciate di prezzemolo tritato e del burro. Procedete poi con la farcia interna e la cucitura come spiegato prima. A fine cottura, il risultato è straordinario, perché sotto la belle rosolata e lucida (grazie alle spennellate di burro fuso) della tacchinella si intravedranno le sagome delle foglie di prezzemolo.
  • 10
    Oltre alla cottura, importante è, per questa pietanza, anche il modo in cui viene tagliata la tacchinella. Con un coltello dalla lama lunga, tenendo ferma la tacchinella, incidete la pelle tra la coscia e il petto, prima da un lato poi dall’altro, staccando in un solo pezzo sia la sovra coscia sia il fuso, e dividetelo a metà nel punto di giuntura delle ossa principali.
  • 11
    Successivamente, affettate sovra coscia e fuso parallelamente alle ossa e poi procedete allo stesso modo con l’altra coscia. Successivamente, tagliate le ali nel punto dell’articolazione sul dorso, cioè nel punto di giunzione tra ali e dorso. Infine, affettate il petto: partendo dall’alto, effettuate un taglio un po’ obliquo, parallelo alla carcassa (alle ossa del petto).
  • 12
    In questo modo tagliate delle fette più o meno spesse di petto (secondo i vostri gusti), fino ad arrivare alla carcassa dell’animale. Estraete dalla carcassa della tacchinella il ripieno e tagliate anche questo a fette più o meno spesse. Infine, disponete su un piatto delle fette di tacchinella, accompagnate da fettine di ripieno. Servite!
  • 13
    Ovviamente, la farcia della tacchinella può variare a seconda dei gusti. Ottima è la tacchinella ripiena di frutta secca (agrodolce). Ecco gli ingredienti per la farcia di una tacchinella di 3,5 kg circa: 10 prugne secche snocciolate; 6 albicocche secche snocciolate; 2 cucchiai di uvetta; 1 mela; 200 grammi di salsiccia; 150 grammi di carne tritata di maiale; 2 cucchiai di Brandy; 1 uovo; 1 cipolla; sale e pepe.
  • 14
    Per prima cosa fate ammorbidire l’uvetta in una tazzina di acqua tiepida. Intanto, soffriggete in una casseruola la cipolla tritata con un po’ di burro, e poi unitevi la salsiccia sbriciolata e la carme macinata, lasciando cuocere il per circa un quarto d’ora. Salate e pepate, mescolare, togliete dal fuoco e lasciate poi intepidire il tutto.
  • 15
    Successivamente, tagliate a dadini le prugne, le albicocche e la mela sbucciata e versatele in una ciotola, nella quale dovrete aggiungere salsiccia e carne intiepidite, con tutto il loro condimento; aggiungete anche l’uvetta sgocciolata, il Brandy ed amalgamate il tutto con l’uovo. Aggiustate di sale e di pepe. Possibilmente, anche in questo caso, preparar atre la farcia il giorno prima. Pulite, farcite, legate, cuocete e tagliate la tacchinella come spiegato sopra.
  • 16
    Molto gustosa è anche la tacchinella ripiena di riso e funghi. Per una tacchinella di circa 3,5 kg vi serviranno: 15° grammi di riso parboiled lessato in acqua poco salata; 300 grammi di funghi champignon; 150 grammi di sedano tritato; 1 cipolla ed una carota entrambe tritate; 20 grammi di burro; una manciata di prezzemolo; 50 grammi di gherigli di noce; sale.
  • 17
    Per prima cosa, con 50 grammi di burro fate rosolare in una padella la cipolla tagliata, la carota ed il sedano; quando sono morbidi, aggiungete i funghi puliti, lavati, tritati. Lasciateli insaporire a fuoco moderato, fino a quando non avranno perso tutta la loro acqua. Salate, pepate, unite il riso lessato, il prezzemolo tritate e mescolate.
  • 18
    Fate insaporire tutti gli ingredienti e fate intiepidire la farcia; successivamente aggiungete i gherigli di noce tritati finemente e continuate ad amalgamare, facendoli incorporare al resto della farcia. Lasciate riposare il ripieno (meglio se del giorno prima e messo in frigo, così sarà più compatto). Successivamente Pulite, farcite, legate, cuocete e tagliate la tacchinella come spiegato sopra.

Tags


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up