Come preparare le mie saporite tartare di salmone ai porri, mela verde e avocado

1 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 voti
Foto La salute a tavola: come preparare le mie saporite tartare di salmone ai porri, mela verde e avocado!
Condividi

La scelta degli ingredienti non è casuale. Ognuno di loro apporta dei preziosi “benefit”, che aiutano in modo significativo a restare in forma e in buona salute, senza necessariamente rinunciare alla buona cucina.

Istruzioni

  • 1
    Il salmone è una preziosissima fonte di proteine e di acidi grassi omega-3. Questi ultimi sono utili per prevenire e ridurre il rischio di malattie vascolari e tenere sotto controllo l’ipertensione. L’ideale sarebbe consumarlo almeno tre volte durante la settimana, anche perché è ricco di vitamine del gruppo “b”, vitamina “d”, e contiene anche una significativa percentuale di selenio e potassio. E’ un alimento che sicuramente aiuta a mantenersi giovani e belli!
  • 2
    L’avocado è un frutto esotico che negli ultimi tempi è sempre più apprezzato in quanto, pur essendo vero che è molto calorico, circa 230 calorie per 100 grammi, ha il vantaggio di essere naturalmente ricco di vitamine del gruppo “b” e di vitamina “e”, oltre ad avere un significativo contenuto di potassio. Questi sono tutti elementi assai apprezzati per la loro funzione antiossidante. Nonostante il suo alto contenuto di grassi, aiuta comunque a ridurre e a prevenire i disturbi cardiovascolari in quanto contiene glutatione e betasitosterolo, utili per abbassare i livelli del così detto “colesterolo cattivo”.
  • 3
    La combinazione di questi due ingredienti, assieme ai porri e alla mela verde, che sono ricchi di sali minerali e con un ottimo effetto depurante, nonché con la deliziosa pasta wasabi dal gusto piccante e dalle note virtù antibatteriche e digestive, rendono questo piatto particolarmente salutare, ma nello stesso tempo, oltre che ad appagare la vista, soddisfa pienamente anche il palato.
  • 4
    Ingredienti per 4 persone: gr 300 di filetto di salmone freschissimo, gr 100 di avocado, gr 10 di pasta wasabi, nr 3 porri, nr 3 cucchiai di acqua filtrata (alleggerita dal calcare), una mela verde tipo “granny smith”, un limone, alcuni ciuffetti di aneto, sale di cervia.
  • 5
    Tagliare il salmone a dadini sopra una superficie perfettamente pulita, mettere in una ciotolina di vetro, coprire con della pellicola trasparente, e tenere nel congelatore fino al momento in cui verrà utilizzato. E’ un modo semplice e abbastanza sicuro per evitare delle possibili contaminazioni.
  • 6
    Spremere il limone e filtrare il succo. Affettare l’avocado e la mela privata del torso, tagliare a pezzettini, bagnare con il succo di limone e tenere da parte. Mondare i porri, conservare le guaine verdi più belle (almeno 16 foglie), e affettare a rondelle sottilissime le parti bianche.
  • 7
    Portare a bollore una pentola di acqua filtrata e leggermente salata. Scottare le guaine per un non più di un minuto, scolare, e immergere immediatamente in una bacinella con dell’acqua fredda e dei cubetti di ghiaccio. Scolare nuovamente, asciugare delicatamente, e distribuire al centro di 4 singoli piatti piani, saranno la base delle tartare.
  • 8
    In una terrina mescolare i dadini di salmone con i pezzettini di mela e avocado, assieme alle rondelle di porri. Salare moderatamente e condire con la pasta wasabi, dopo averla perfettamente sciolta con tre cucchiai di acqua filtrata.
  • 9
    Disporre al centro di ogni piatto, sopra le guaine dei porri, uno stampo ad anello, riempire con il composto, e decorare con qualche ciuffetto di aneto. Lasciare riposare cinque minuti nella parte più fredda del frigo, eliminare gli stampi, servire e…gustare!
  • 10
    Le tartare di salmone possono essere rese un delizioso piatto unico se accompagnato, al posto del pane, con delle semplici patate lesse, tagliate a fette, e condite con un filo di ottimo olio extra vergine di oliva da crudo, tipo ligure.
    N. B. La guida è frutto di una mia ricerca personale, non sostituisce in alcun modo il parere di un medico o di un esperto, soprattutto in presenza di gravi patologie.

Tags

, , , , , , , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up