Come preparare lo stocco marinato con finocchietto selvatico

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Sapevate che il pesce stocco e’ un pesce molto saporito, ha un alto valore energetico e va bene per qualunque dieta perche’ contiene pochi grassi ma tante vitamine, proteine ed anche tanti sali minerali ?
Le caratteristiche ottimali le ha tutte dalla sua… E allora che aspettate? Provate questa gustosa ricetta, vedrete che non ve ne pentirete!

Istruzioni

  • 1
    Comperate il pesce stocco (lo vendono gia’ a filetti, ammollato in acqua ).
    Se riuscite, procuratevi lo stocco calabrese di mammola. E’ uno stocco molto saporito e molto gustoso, a causa del procedimento particolare di “ammollo” nell’acqua di questo piccolo paesino, che essendo ricca di sostanze minerali, contribuisce a renderlo davvero eccezionale!
  • 2
    Scegliete per questa ricetta dei filetti che siano piuttosto alti, piu’ sono spessi e corposi, piu’ vi sara’ facile il procedimento di preparazione.
    Essendo il pesce stocco gia’ tenuto a bagno in acqua, prima di acquistarlo, non necessita di ulteriore ammollo, quindi e’ subito pronto per la nostra facile preparazione.
    Adesso preparatevi gli ingredienti che vi serviranno.
  • 3
    Per prima cosa del finocchietto selvatico, dei pomodorini secchi calabresi, aceto bianco, sale quanto basta, qualche limone, olio e naturalmente…lo stocco!
    Mettete lo stocco sgocciolato su un tagliere o comunque su di un piano.
    Se si tratta di un unico filetto, dividetelo in tranci lunghi una decina di centimetri.
    Adesso con la lama di un coltello che non sia assolutamente seghettata (altrimenti lo sfalderebbe tutto) ma che sia liscia e tagliente, tagliate ogni filetto a fette sottilissime. Meno di mezzo centimetro.
  • 4
    Per riuscire a tagliare le fette, aiutatevi appoggiando sulla parte da tagliare, il palmo della vostra mano sinistra aperta, mentre con la destra maneggiate il coltello di piatto.
    Dovete ottenere delle fettine sottili, piu’ sottili sono e meglio sara’ il risultato, considerando che lo stocco va marinato e non cucinato.
    Quando avrete ottenuto tutte le vostre fettine (non preoccupatevi se non vengono esattamente intere, andranno bene lo stesso) iniziamo a marinare.
  • 5
    In un recipiente disponete tutte le vostre fettine, poi copritele completamente con una soluzione formata da due parti di aceto che sia bianco, mi raccomando, ed una parte di acqua.
    Dovete lasciare le fettine di stocco in ammollo per un giorno intero. Non meno di ventiquattro ore.
    Passate le ventiquattro ore, togliete le vostre fettine, sgocciolatele e versatevi sopra il succo di qualche limone.
  • 6
    Lasciate qualche ora con il limone, fino a poco prima di servire.
    Infatti, poco prima di portare in tavola, scolate il limone in eccesso e versatevi dell’olio crudo.
    Salate appena. Ultimo tocco: cospargete con abbondanti semi di finocchietto selvatico, che lega benissimo con lo stocco, conferendo un sapore del tutto particolare.
  • 7
    Personalmente, prima di portare in tavola, aggiungo un altro ingrediente che mi piace moltissimo:
    sono i pomodorini secchi calabresi, tagliati finemente ( per intenderci, li taglio come quando si trita il prezzemolo con la lama del coltello).
    Non li compero ma li preparo personalmente per altre occasioni e ne tengo un po’ apposta per questa ricetta. Se vi interessa la loro preparazione, la troverete in una delle mie prossime guide.
  • 8
    Questa ricetta e’ davvero da provare, pero’ se non amate il pesce marinato oppure se preferite consumarlo esclusivamente se cotto, una variante e’ lo stocco in insalata, che differisce dallo stocco marinato, proprio per la cottura iniziale. E’ ugualmente gustoso come piatto, ma personalmente preferisco il marinato.
    Vediamo insieme come preparare lo stocco in insalata, cuocendolo prima.
  • 9
    Tagliate lo stocco che avete comperato a filetti, questa volta non a fette sottili, ma a tocchetti, vanno bene delle specie di dadini piuttosto spessi.
    Tuffateli nell’acqua bollente e fate cuocere per qualche minuto.
    Appena lo stocco sara’ pronto, togliete dall’acqua con una schiumarola e disponete su un piatto a far raffreddare.
  • 10
    Quando lo stocco sara’ completamente freddo, iniziate la preparazione vera e propria, procurandovi sempre del limone, del finocchietto selvatico, dell’olio e se volete, anche qui i pomodorini secchi calabresi, spezzettati come prima.
    Condite lo stocco con una spremuta di limone, dell’olio crudo e mescolate.
    Aggiungete sale quanto basta.
  • 11
    Aggiungete il finocchietto selvatico alla fine, prima di portare a tavola.
    Questo piatto e’ ottimo da mangiare soprattutto d’estate, a temperatura ambiente, mai caldo.
    Se volete, potete prepararlo anche il giorno prima. In questo modo lo stocco si insaporira’ ulteriormente e sara’ ancora piu’ buono, consumato il giorno seguente.
    Buon appetito!!!

Tags

, , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up