Come preparare una tintura come rimedio naturale

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Quando si utilizzano prodotti naturali può capitare di dover preparare una tintura. Con una semplice procedura è possibile farla . Vediamo esattamente come prepararla da soli.

Istruzioni

  • 1
    La tintura deve essere preparata per macerazione della pianta che di vuole utilizzare come rimedio naturale oppure mediante l’utilizzo di una miscela in alcool. Grazie al tipo di solvente che si decide di usare, i principi attivi così estratti risulteranno in quantità maggiore rispetto a quelli che si ricavano per fare un infuso o un decotto, dove viene utilizzata solo l’acqua.
  • 2
    Di solito per la preparazione della tintura si mette a macerare una parte di pianta o una miscela in dieci parti di alcool. Siccome le tinture hanno una elevata concentrazione dei principi attivi, si usano in gocce. E’ preferibile preparare piccole quantità di tintura ogni volta, vale a dire 100 o al massimo 250 ml.. Sarebbe inoltre preferibile conservarla in frigorifero in piccole bottiglie o flaconi di vetro scuro. Dovranno essere ben chiuse per evitare che si verifiche l’evaporazione dell’alcool
  • 3
    Per preparare la tintura, come prima cosa si deve preparare l’alcool, diluendo quello a 95° con dell’acqua, secondo la gradazione indicata.
    Per ottenere un gradazione di 20° si dovrà utilizzare 210 ml. Di alcool a 95° con 790 ml di acqua
    per avere una gradazione di 30° si userà 310 ml di alcool a 95° con 685 ml di acqua.
    Per avere 40° di gradazione alcolica si userà 420 ml di alcool a 95° con 580 ml di acqua
    per avere 50° di gradazione si userà 525 ml di alcool a 95° con 475 ml di acqua
    per avere 60° di gradazione, il rapporto sarà di 630 ml di alcool a 95° con 370 ml di acqua
    per avere 70° di gradazione, useremo 735 ml di alcool a 95° con 265 ml di acqua
    per ottenere una gradazione di 80° gradi, uniremo 840 ml di alcool a 95° con 160 ml di acqua.
  • 4
    Una volta stabilito la gradazione alcolica desiderata, si dovrà versare la quantità di pianta o miscela sul fondo di un vaso di vetro con tappo a chiusura ermetica. A questo punto si dovrà aggiungere l’alcool, mescolare brevemente e quindi chiudere subito il vaso.
  • 5
    Nel caso di facciano diverse tinture contemporaneamente, sarà meglio mettere sui vasi di macerazione un’etichetta allo scopo di indicarne il contenuto al fine di non confonderli al momento del travaso.
    Si deve lasciare quindi a macerare di solito per una settimana. Durante questo periodo si dovrà agitare il contenuto almeno una volta al giorno al fine di favorire il passaggio in soluzione dei principi attivi delle piante.
  • 6
    Dopo la settimana di macerazione si dovrà filtrare il liquido utilizzando un colino a maglie fini.
    La tintura andrà quindi conservata in luogo buio, fresco e soprattutto asciutto. Rammentarsi anche di sistemarli in un punto che non sia alla portata dei bambini.
    Su ogni bottiglietta mettere un’etichetta con il nome della tintura, la modalità di impiego e la data della sua preparazione.
  • 7
    Qualche volta può essere necessario diluire o addolcire la tintura per avere una bevanda di sapore più gradevole. Anche diluita la tintura mantiene però tutti i suoi principi attivi e ovviamente tutte le sue proprietà.
  • 8
    Per diluirla si tratta quindi di utilizzare lo sciroppo di zucchero, secondo determinate proporzioni. In questo modo si otterranno elisir o liquori che, a secondo delle piante utilizzate e delle loro proprietà, potranno essere usati come digestivi.
  • 9
    Lo sciroppo si prepara mettendo in una casseruola 665 grammi di zucchero di canna e 335 ml di acqua. Si dovranno mescolare quindi gli ingredienti, quindi metterli sul fuoco molto basso, facendo attenzione a non far mai bollire, fino a quando lo zucchero si sarà sciolto. A questo punto lo sciroppo è pronto.si tratterà di farlo raffreddare, quindi andrà unito alla tintura nella stessa quantità. Si dovrà quindi mescolare delicatamente fino a quando tintura e sciroppo si saranno ben amalgamati.

Tags

, , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up