Come preservare tutti i nostri dati digitali online

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Come preservare tutti i nostri dati digitali
Condividi

Nella nostra odierna era tecnologica tutti producono dati digitali ma solo pochi sanno realmente come salvaguardare i propri file elettronici. Spesso i nostri hard disk interni od esterni ci hanno solo offerto problemi di archiviazione, quindi molte persone hanno anche cominciato ad archiviare i dati online. Questa nostra guida vuole mostrare come salvaguardare i vostri dati virtuali in maniera sicura, anche grazie all’ausilio del web.

Cosa serve per completare questa guida:

- pendrive usb;
- Connessione Internet attiva a banda larga;
- hard drive disk esterno;
- ssd esterno;
- conoscenza di base software open source.



Istruzioni

  • 1
    Fate ora un veloce back up dei dati che volete archiviare, il prima possibile; la cosa più semplice da fare è salvare i dati su un drive a penna usb, una soluzione senz’altro economica e pratica. Fare questo significa non preoccuparsi di eventuali, futuri problemi di archiviazione che il nostro disco rigido interno od esterno potrà darci, immancabilmente.
    Fate questo adesso, riprendete la lettura di questa guida solo quando avrete fatto il vostro back up; e non mettete scuse inutili per rimandare a dopo quello che potete fare adesso.
  • 2
    Fate attenzione al tempo e a quali dati digitali inserite e utilizzate nei servizi online. Questo non significa che non bisogna mai postare una foto personale su Facebook o Twitter: si deve solo capire che questi servizi sul web sono veri e propri archivi. A volte essi vanno in crash, altre volte vengono sospesi con i tuoi preziosi dati che possono essere rivenduti ai pubblicitari.
  • 3
    Non bisogna mai perdere tempo con servizi online che non offrono mezzi di restituzione dei dati personali: se non vi permettono di scaricarvi di nuovo i file caricati in formato (ad esempio) .zip oppure attraverso determinate Api, ciò significa che sono servizi online di pessima scelta e qualità.
  • 4
    Usate un servizio di posta elettronica attivo per qualsiasi servizio online: casomai vadano in crash, potrete sempre essere avvisàti delle procedure di recupero dati; inoltre mantenete sempre una copia sul vostro computer di tutti i file che avete caricato online, cercando di non cancellarli per errore.
  • 5
    Fate attenzione a quei piccoli segnali di pericolo che vi avvisano che il vostro servizio online sta cominciando a “scricchiolare”: vedete i pericoli nell’insieme delle cose, e siate pronti a trasferire le copie dei vostri file altrove appena terminano i primissimi periodi di down dei server che ospitano i vostri dati elettronici.
  • 6
    Aprite gli occhi quando cominciano strani periodi di cancellazioni di account utente in massa (in cui si possono perdere i propri dati all’improvviso) soprattutto quando avvengono da parte dello staff proprietario senza alcuna valida ragione; è già successo con tutti i maggiori social network del mondo, proprio in quel periodo particolare in cui si sono verificate delle inattese acquisizioni di servizi online da parte di altre aziende più forti, le quali peraltro non avevano alcuna strategia per il futuro del servizio web acquisito.
  • 7
    Migliorate la frequenza e l’intensità dei vostri back up di dati: non usate strategie di salvaguardia di dati tramite software complicàti e costosi, usate invece programmi multipiattaforma(cioè installabili su diversi sistemi operativi) ed open source, scaricabili gratuitamente dai motori di ricerca; in genere sono quelli che derivano dal mondo Linux, oggigiorno caratterizzàti da un’ottima economicità e semplicità di gestione dei back up.
  • 8
    Se si utilizzano grandi quantità di dati, ad oggi si sconsiglia di fare back up di dati su pendrive usb, ma conviene acquistare, sempre e solo nelle migliori catene di negozi di informatica, dischi rigidi esterni per archiviarci dati al suo interno almeno una volta alla settimana. Questi dispositivi elettronici sono ottimi anche per immagazzinare i vostri dati direttamente dagli account online di Facebook, Twitter, blog personali, ecc. .
  • 9
    Usate servizi gratuiti di back up sul web con moderazione: se i vostri hanno sede in paesi ad alto tasso tecnologico (quali Usa, Germania, Regno Unito e Giappone) è più probabile che il numero di utenti sarà maggiore e quindi la vostra connessione Internet potrebbe risultare più lenta del previsto, aggravando il carico di lavoro dei server ospitanti e quindi la durata delle vostre archiviazioni online.
  • 10
    Usate servizi di archiviazione online ogni tanto poiché essi possono scomparire da una notte all’altra, a causa dei continui sequestri delle polizie internazionali, proprio perché sono gratuiti e quindi ottimi per ospitare molto materiale informatico piratato da cracker o altri criminali computeriali.
  • 11
    Se archiviate online dei vostri documenti od opere dell’ingegno personali, licenziatele come opere protette dalla “Creative Commons”, affinché anche altre persone, forse di un vostro staff lavorativo, possano scaricarle gratuitamente da qualsiasi server condiviso sul web. Molti siti online, come ad esempio l’ “Internet Archive”, accettano di archiviare collezioni private coperte dalla licenza generale e pubblica “Creative Commons”.
  • 12
    Se possedete dati preziosi ancora su vecchie videocassette o addirittura sugli ormai obsoleti dischi floppy, recuperateli immediatamente e copiateli sul vostro computer personale; da qui fategli il back su Dvd vergini o sui recenti e spaziosissimi dischi Blu Ray; oppure utilizzate i predetti hard disk esterni o i nuovi dispositivi di archiviazione, gli ssd (o drive allo stato solido).
  • 13
    Infine, se dovete convertire i vostri file in una altro formato, fatelo usando un software open source che effettui conversioni in formàti aperti, cioè non proprietari, poiché tutto il mondo open source in tutte le sue forme fornisce sempre guide online, sia gratuite che ben redatte, quindi ciò agevolerà ulteriormente la messa in pratica di tutti gli step che vi ho descritto: ora non resta che applicarli e memorizzarli nelle vostre attività computeriali. Quindi…Buon lavoro !

Tags

, , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up