Come realizzare delle lanterne cinesi per la festa di tuo figlio

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Stai per organizzare una festa di compleanno o di laurea o d’altra tipologia per tuo figlio. Impegnati a renderla alquanto speciale, singolare direi, con la messa in opera di tanti simpatici e allegri lampioncini cinesi.

Cosa serve per completare questa guida:

- Fogli bianchi o colorati A4;
- forbici, scotch, bottiglia di plastica ;
- latta in alluminio, barattolo di vetro, cordicelle, pezzettino di bambù;
- pastelli a cera, carta di riso, ferro dolce, candeline tipo tea light.



Istruzioni

  • 1
    La realizzazione di lanterne cinesi, che ti vedrà impegnata nel periodo antecedente la festa, sarà non solo un’occasione d’intrattenimento piacevole, di relax e di risate con tuo figlio ma anche un momento altamente educativo.
  • 2
    Perché mai, ti chiederai? Perché esso sarà in grado di fornirti una triplice possibilità d’intervento. La prima possibilità ti sarà data dall’apprendimento concreto delle varie modalità di realizzazione di bellissime lanterne cinesi da parte di tuo figlio.
  • 3
    La seconda ti offrirà l’occasione di porre un particolare accento sul come dar valore a certuni materiali di casa che siamo soliti buttare e che, al contrario, si possono benissimo riciclare e riutilizzare.
  • 4
    E non finisce qua!…Perchè non parlare anche del raggiungimento di un obiettivo di tipo culturale, non affatto di troppo o inutile? Proprio in vista di ciò, potrai vivacizzare la fase attuativa di lavoro, suscitando in tuo figlio un sia pur minimo interesse verso la cultura cinese.
  • 5
    Magari potrai fornirgli qualche, sia pure elementare, curiosità informativa del tipo che ti dirò appresso. Potrai accennargli al fatto che in Cina, al termine della Primavera (Capodanno cinese), vi è una festa dedicata completamente alle lanterne, detta appunto “la Festa delle LANTERNE”.
  • 6
    Durante questa festa vengono organizzati balli e canti come ad esempio, la danza con le lanterne a forma di drago. In più al calar del sole i bambini scendono in strada per giocare con le stesse lanterne che hanno costruito.
  • 7
    Alla stessa stregua una buona parte di adulti, di qualsiasi età, amano esporre per le strade dei quartieri tantissime lanterne di loro produzione, appendendo alle stesse dei biglietti con gli indovinelli.
  • 8
    I turisti o i passanti in genere che le ammirano possono altresì staccare questi foglietti e leggervi sopra il contenuto proposto. Se ne indovinano la risposta, saranno ricompensati con dei regali interessanti.
  • 9
    Un’idea questa che magari potrà piacere molto a tuo figlio e che vorrà introdurre anche nel programma della sua festa per accrescerne la dimensione magica, suggestiva ed emozionante. Ma andiamo ora ad enunciare come realizzare queste famose quante folcloristiche lanterne cinesi.
  • 10
    La procedura è abbastanza facile e veloce. Se ne possono fare di diverse dimensioni, forme e colori, sia con la stoffa, sia con della carta bianca o colorata tipo carta per la stampante, sia con la carta di riso, sia con un’anima di ferro all’interno e sia senza, sia di vetro che di latta e via discorrendo.
  • 11
    Ce ne sarebbero persino di “volanti”, con un obiettivo puramente beneaugurante. E questo è solo un accenno, peraltro fortemente riduttivo, dei molteplici modi che i cinesi pongono in campo per la realizzazione delle loro lanterne magiche.
  • 12
    Nella presente guida noi ci atterremo ad enunciare solo alcuni dei tanti procedimenti, cominciando da quelle che si fanno con l’utilizzo di un semplice foglio di carta per stampante, sia bianco da disegnare e colorare e sia già di per se stesso colorato.
  • 13
    Ma i fogli non sono l’unico materiale da utilizzare. Se ne dovrà aggiungere ovviamente tanto altro che spazia dalle forbici allo scotch, da una bottiglia di acqua minerale in plastica a un barattolo di vetro a bocca molto ampia o di latta…
  • 14
    E ancora…dai bastoncini o pezzettini di canna di bambù al filo di ferro dolce, dai pastelli di cera ai monconi di cordicella, e non ultimo a delle candeline con base in alluminio del tipo tea light.
  • 15
    Una volta che avrai approntato sul tavolo di lavoro il tutto, invita tuo figlio a seguirti sul piano operativo in quello che vedrà fare da te. Prendi dunque un foglio di carta bianca per stampanti del tipo A4 e porgine uno anche a tuo figlio.
  • 16
    Disegna su esso uno dei caratteristici motivi decorativi cinesi. Non intendo certamente riferirmi a quelli assai complessi, contenenti cioè delle implicazioni simboliche, ma a quelli semplici e lineari, noti un po’ a tutti come, ad esempio, un grosso ramo di fiori di pesco o di ciliegio.
  • 17
    Ovviamente se tuo figlio avrà qualche difficoltà a fare il disegno, lo aiuterai un po’ tu a realizzarlo . Colora successivamente questi motivi con i pastelli a cera, aggiungendo un po’ di sfumatura intorno ad essi.
  • 18
    Per fare la sfumatura mostrerai a tuo figlio come poggiare il pastello in senso orizzontale sul foglio e come farlo scivolare su esso con una lieve pressione della mano. Eseguito il disegno, piega il foglio in due nel senso della lunghezza e poi ancora in due.
  • 19
    Riportati poi all’inizio, cioè alla prima piegatura e con la forbicina opera dei tagli grossomodo di 2 cm di larghezza x 3 cm di altezza, lungo tutta la linea della piegatura. La misura è puramente indicativa, perché potrai fare i tagli più lunghi o più corti come meglio preferisci.
  • 20
    Per questo lavoro fornirai a tuo figlio ovviamente una forbicina con le punte arrotondate. Terminato quest’intervento, piega all’interno le due estremità del foglio (sempre nel senso della lunghezza) di circa un dito (grossomodo sarebbero 2 cm).
  • 21
    Successivamente, tenendoli sempre piegati fai ulteriori taglietti su essi di circa 1 cm di lunghezza o poco più. Per il momento il lavoro sul foglio è terminato. Passa dunque alla bottiglia di plastica (del tipo che si usa comunemente per l’acqua minerale da 1 litro o per la Coca Cola).
  • 22
    Ricordati che si può usare anche un barattolo di vetro (quello per la marmellata, ad esempio, perché ha un’apertura boccale molto grande) oppure un contenitore in latta in alluminio, che andrà successivamente forato in più punti per il filtraggio della luce.
  • 23
    Per ora cerchiamo di attenerci alla bottiglia di plastica. Tagliamo pertanto un bel po’ della parte soprastante. Il pezzo da utilizzare dovrà avere un’altezza di circa 17 cm, a cominciare dalla parte sottostante.
  • 24
    I contenitori in latta o il barattolo di vetro invece non avranno bisogno di questo intervento, in quanto si presentano della misura esatta occorrente. Prendi allora la bottiglia di plastica tagliata e pratica con la punta delle forbicine un foro a destra e un altro a sinistra.
  • 25
    Per evitare che tuo figlio, qualora sia piccolo, possa procurarsi un danno fisico (ti ricordo che per forare la bottiglia c’è bisogno di forbici appuntite) è preferibile che intervenga tu in questa operazione di foratura.
  • 26
    In questi buchi andranno infilati due pezzi di cordoncini avente una lunghezza di 20 cm. Annoda il primo capo, infilandolo nel foro. Fa lo stesso con l’altro cordoncino. Lascia i rispettivi capi terminali per il momento penzoloni .
  • 27
    Adagia sul foglio, ben steso sul piano di lavoro nel senso della larghezza, la mezza bottiglia coricata e avvolgila a dovere in esso. Ferma ora le due estremità del foglio con pezzettini di scotch trasparente o con della colla.
  • 28
    Qualche altro pezzettino di scotch dovrà essere messo alla base della bottiglia per tenere fermo il foglio. E’ tempo adesso che tu prenda il bastoncino di bambù, la cui misura dovrà aggirarsi sui 20 cm circa.
  • 29
    Ad esso annoda i capi del cordoncino lasciati penzoloni, a destra e a sinistra. Il tuo lampioncino è quasi al termine. Non resta che adagiare al suo interno la candelina tea light e accenderla con uno spiedino di legno.
  • 30
    Oscura pure la camera in cui ti trovi con tuo figlio e rallegratevi entrambi dell’atmosfera magica e soffusa delle vostre lanterne cinesi. Volendolo, potete attaccare, tutt’intorno alla base delle stesse, a scendere, delle lunghe e strette strisce colorate su cui applicare i bigliettini, a forma di farfalle, riportanti facili indovinelli.
  • 31
    Questo è quanto per le lanterne con le bottiglie di plastica, ma ricordati che la stessa procedura può essere adottata anche per i contenitori in latta (quelli, ad esempio, dei pomodori o del caffè o di altro con cibarie varie purchè simili…).
  • 32
    La procedura si differenzia solo nel fatto che non è previsto alcun taglio della parte soprastante e il contenitore in alluminio va forato ai lati in più punti per il passaggio della luce delle candeline e per la proiezione sui muri dei disegni forati.
  • 33
    Ovviamente per eseguire questo tipo di lanterne di latta da forare tuo figlio dovrà essere abbastanza grande. Magari ti starai chiedendo come sia possibile forare un contenitore in latta senza deformarlo.
  • 34
    Niente di complicato e di più facile, se adotterai il sistema che ti enuncerò appresso! Eccolo. Il giorno prima dell’utilizzo delle stesse devi riempire di acqua le latte di alluminio, metterle nel congelatore e attendere che si compia il processo di congelamento del suo contenuto.
  • 35
    Una volta pronte, potrai accingerti a forarle con un semplice martello e un chiodo seguendo un determinato disegno. Magari potrà essere il disegno molto semplice di stelline a punte oppure qualcuno più complicato.
  • 36
    In questo caso allora sappi che ci sono delle apposite mascherine traforate che ti faranno da guida nella riproduzione del disegno sulla latta, una volta che le avrai fermate con dello scotch. Effettuato il traforo. applica al barattolo di latta il suo manico.
  • 37
    Dovrai semplicemente fare dei fori a destra e a sinistra e infilarvi un pezzettino ripiegato di filo di ferro dolce oppure puoi mettere dei semplici cordoncini con il manico di bambù, come detto in precedenza per le bottiglie di plastica.
  • 38
    Sei ormai alla fine, ti resta solo da dipingere i barattoli del colore che più ti aggrada non solo all’esterno, ma massimamente al suo interno. Ti consiglio di variare il più possibile il colore che userai per l’interno.
  • 39
    Sappi che la luce e il disegno che si rifletteranno sulle pareti, una volta appesi, saranno molto più suggestivi e varieranno in base al colore che avrai usato all’interno. Potrai optare anche per dei colori posizionati a strisce.
  • 40
    Ovviamente i barattoli di latta non avranno bisogno di alcuna carta intorno. Vediamo invece come procedere se si utilizzano i barattoli di vetro. La procedura è simile a quella già riportata sopra per le bottiglie in plastica, fino all’esecuzione su carta del disegno con i pastelli di cera.
  • 41
    Non appena il foglio sarà stato disegnato, ripiegato in 4 parti con i dovuti taglietti, prendi il barattolo di vetro della marmellata e cospargilo di colla vinilica. Indi applica sopra ad esso un foglio di carta velina bianca o colorata che abbia le stesse dimensioni in altezza e in circonferenza del barattolo di vetro.
  • 42
    Una volta che la colla sarà asciugata completamente, avvolgi il barattolo nel foglio già disegnato, piegato e tagliato secondo le istruzioni menzionate in precedenza. Fermalo con del nastro trasparente in più punti e anche nella parte sottostante.
  • 43
    Poi calaci all’interno la candelina tea light, che accenderai con uno spiedino di legno e voilà…ecco il vostro lampioncino pronto per rallegrare la festa che avete programmato e per la cui realizzazione vi state impegnando tanto.
  • 44
    Una breve aggiunta. Questo tipo di lanterna di vetro, a differenza delle lanterne fatte con la bottiglia di plastica o con il contenitore di latta, non si può appendere, ma va posizionata su dei ripiani.
  • 45
    Comunque, se preferisci appenderle c’è un sistema per ovviare a questo. E’ una procedura abbastanza semplice, a dimensione anche di bambino!! Una volta dunque in presenza del contenitore di vetro, muniamoci di fogli di carta velina di vario colore e di una forbicina.
  • 46
    Con quest’ultima tagliamo tanti cerchi, triangoli e altre forme anche astratte, tutte di dimensioni e di colore diversi. Una volta pronte, cospargiamo della colla vinilica sul contenitore di vetro e poi vi applichiamo, di volta in volta, le forme ritagliate.
  • 47
    Asciugatosi il tutto, prendiamo un filo di ferro dolce di piccola circonferenza, avvolgiamolo intorno al collo del contenitore di vetro, stringiamone i terminali attorcigliandoli bene con una pinza (è un intervento che si può fare anche a mano).
  • 48
    A questa specie di “collare” o cappio, che dir si voglia, inseriremo successivamente un gancio che renderà possibile la sospensione in alto della lanterna. Ed eccoci ora alle istruzioni inerenti la realizzazione delle lanterne cinesi tonde molto grandi.
  • 49
    Esse saranno ricoperte all’esterno con fogli di carta di riso e all’interno avranno una struttura in ferro. Cominciamo dunque da quest’ultima. Prendiamo un rotolo di ferro dolce di spessore medio o sottile.
  • 50
    Per avere la struttura tondeggiante sfruttiamo come modello la circonferenza dei contenitori di pittura in alluminio che senza dubbio sono presenti in casa come residui d’imbiancature, fatte magari illo tempore, alle pareti o di lavori in smalto.
  • 51
    Scegliamo il modello che abbiamo a disposizione sia grande che medio o piccolo. Avvolgiamo tutto intorno ad esso il filo di ferro, cominciando dalla parte superiore e scendendo fino alla base. Una volta terminato, sfiliamolo e fermiamo i due cerchi estremi con un altro pezzetto di ferro che faccia da ponte sia nella parte superiore che inferiore.
  • 52
    Apponiamo nella parte soprastante anche un pezzettino di ferro come gancio. Sempre con un altro pezzo di ferro passiamo ai lati della struttura, a destra e a sinistra, per tenere ferme e a distanza dovuta le varie volute, formatesi intorno al barattolo di pittura.
  • 53
    Completata la struttura non ci resta che rivestirla con i fogli di carta di riso, abbelliti innanzi tempo con vari soggetti cinesi. Possiamo anche scaricare delle immagini direttamente da Internet, stamparle, ritagliarle e incollarle sulla carta di riso.
  • 54
    In ultimo mettiamo all’interno di esse dei portalampade dotate di lampadine a basso voltaggio e a luce fredda. Ed ecco che anche i lampioncini tondeggianti con l’anima di ferro saranno pronti a fare bella mostra di se stessi nella festa programmata per tuo figlio.

Tags

, , , , , , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up