Come ricordare le operazioni di un’ impresa

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Come ricordare le operazioni di un’ impresa

Istruzioni

  • 1
    Ogni impresa deve ricordare le operazioni effettuate; pertanto, non può basarsi esclusivamente sulla memoria delle persone che vi lavorano, ma deve prendere assolutamente nota di tutti dati che possono interessare la vita aziendale.
  • 2
    È dunque necessario conservare i documenti originari emessi o ricevuti e registrare su supporto cartaceo ( moduli, quaderni, libri) o elettronico ( file) gli impieghi, gli obblighi, gli acquisti, le vendite, le riscossioni, i pagamenti, i consumi ecc. Derivanti dalle operazioni aziendali.
  • 3
    La contabilità di un’ impresa si basa sui documenti originari che rappresentano: 1) la prova delle operazioni effettuate, con rilevanza anche giuridica e fiscale; 2) l’ autorizzazione dei movimenti interni nei e nei valori aziendali; 3) la memoria o il controllo di tutte le operazioni compiute.
  • 4
    I documenti di prova sono la prova delle operazioni compiute dai terzi ( contratti, fatture, note di accredito, cambiali, assegni ecc.) e hanno rilevanza giuridica. I documenti di autorizzazione hanno il compito di registrare il permesso accordato ad alcuni dipendenti di eseguire dei compiti ( ordini di pagamento o di incasso, bolle di carico e di scarico delle merci, delle materie e dei prodotti ecc.).
  • 5
    I documenti di memoria o di controllo mantengono la traccia delle operazioni compiute ( matrice degli assegni) oppure la verifica di scritture precedenti ( estratti conto). I documenti originari aziendali possono essere classificati in esterni oppure interni.
  • 6
    I documenti esterni sono compilati da soggetti che hanno apporti con l’ azienda ( banche, clienti, fornitori ecc.) e inviati all’ azienda oppure sono compilati da soggetti interni ( singoli dipendenti, uffici, reparti ecc. ) E inviati all’ esterno; ne sono esempi i documenti di trasporto o di consegna, le fatture immediate o differite, le parcelle dei consulenti, gli assegni bancari e circolari, le cambiali, tratte pagherò, le ricevute e le quietanze, le ricevute fiscali, le lettere di accredito e di addebito sul conto corrente bancario, gli estratti conto bancari ecc. I documenti interni sono compilati da soggetti che operano nell’ azienda, per memoria o per controllo, al fine di prendere nota dei movimenti intervenuti nei valori e delle operazioni interne di gestione
  • 7
    Ne sono un esempio gli ordini di entrata ( bolle di carico delle merci o delle materie in magazzino), gli ordini di uscita ( bolle di scarico delle merci o dei prodotti dal magazzino), gli ordini di riscossione e di pagamento impartiti al cassiere, gli ordini di manutenzione interna sui beni strumentali e di sostituzione dei pezzi di scambio.
  • 8
    I documenti interni portano di solito una doppia firma per realizzare un doppio controllo delle operazioni in base al principio della contrapposizione degli interessi: per esempio l’ ordine di consegna delle merci a un vettore sarà firmato sia dal responsabile delle vendite sia dal magazziniere.

Tags


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up