Come rimettere in moto l’auto nel caso in cui il motore sia surriscaldato

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

In questa guida ti dirò come fare a rimettere in moto l’auto col motore surriscaldato.

Istruzioni

  • 1
    Talvolta può capitare che tu ti trovi in panne, visto che l’auto può avere il motore eccessivamente riscaldato. E’ un bel problema, non facile da risolvere, a cui comunque c’è rimedio. E’ fondamentale che in questo caso tu mantenga la calma ed il sangue freddo ed il fatto di chiamare il soccorso stradale, almeno per te, sia l’ultima cosa da fare.
  • 2
    Una delle principali cause dell’eccessivo riscaldamento del motore è il livello basso del liquido di raffreddamento. Tutto ciò farà salire la lancetta dell’acqua molto in alto. Tale inconveniente può essere collegato sia direttamente alla guarnizione della testata, sia al motore, con tutte le conseguenze del caso.
  • 3
    Quando verifichi che c’è effettivamente questo problema, durante la marcia, provvedi subito a spegnere il motore della macchina. Per non creare problemi alla circolazione, trova un’apposita piazzola di sosta, oppure mettiti il più possibile sul bordo della strada. A questo punto dovrai munirti di alcuni attrezzi, che ti spiegherò in seguito.
  • 4
    E’ superfluo che ti dica che devi tenere a portata di mano il telefonino per effettuare qualsiasi tipo di chiamata di emergenza, incluso il soccorso stradale. Con te devi avere anche un imbuto, uno straccio ed infine il liquido refrigerante. Questi tre oggetti ti saranno molto utili per far tornare a livelli accettabili il motore.
  • 5
    Dopo che avrai messo l’auto in un posto sicuro, potrai procedere a ripristinare il motore. Non dimenticare di mettere anche le quattro frecce, che stanno ad indicare che tu ti trovi in una situazione di emergenza. Se possibile posiziona vicino all’auto anche il triangolino rosso, così i veicoli in transito lo potranno notare meglio.
  • 6
    Tieni presente che se non sei esperto del motore, dovrai chiamare il soccorso stradale o il meccanico di fiducia se quest’ultimo si trova nelle immediate vicinanze. Se invece sei molto esperto in materia, allora potrai risolvere il problema in men che non si dica, l’importante è che tu sia armato di molta pazienza e faccia le cose con molta calma.
  • 7
    Giunto a questo punto, accendi il riscaldamento dell’auto e metti in azione la ventola. Tutto ciò ti servirà a fare in modo che il calore accumulato del motore si disperda nel miglior modo possibile. Il problema si potrà risolvere subito se lo stesso deriva da una ventola che sia rotta, anche se questa dovrà essere riparata dal tuo meccanico di fiducia.
  • 8
    Ora aziona l’apposita leva ed apri il cofano. Apri il condotto del liquido di raffreddamento e verificane l’effettivo livello. Non aprire nella maniera più assoluta il tappo del radiatore, altrimenti causeresti la bruciatura del liquido di raffreddamento stesso ed i problemi aumenterebbero, con la conseguenza che dovrai chiamare il carro attrezzi.
  • 9
    Ora prendi l’imbuto, il quale ti sarà da supporto per poter aggiungere il liquido di raffreddamento nel condotto. Fai questa operazione con estrema calma e per il tempo necessario, ossia un quarto d’ora almeno, massimo venti minuti. In questo modo il liquido tornerà ben al di sopra della linea di emergenza.
  • 10
    Adesso richiudi con il tappo il condotto del liquido di raffreddamento e quindi prova ad accendere il motore e a ripartire con l’auto. Hai due possibilità, vale a dire recarti dal tuo meccanico di fiducia, se questo non è troppo lontano, oppure dirigerti alla prima officina che trovi, chiedendo anche informazioni a persone del luogo.
  • 11
    Può anche succedere che l’auto non riesca a ripartire e qui allora sarai alle prese con un problema molto più serio. E’ molto probabile quindi che dipenda dalla guarnizione della testata, dal radiatore o comunque dal sistema di raffreddamento che non funziona proprio. In questo caso chiama il soccorso stradale, specie se è incluso nella polizza di assicurazione da te stipulata.
  • 12
    Se sei riuscito a ripartire con l’auto e vedi che il livello dell’acqua di raffreddamento risale di nuovo rapidamente, dopo qualche chilometro dovrai fermarti e ripetere di nuovo l’operazione che ti ho spiegato nei passaggi precedenti. Ti sarà utile infatti per poter arrivare alla prima officina meccanica senza problemi.

Tags

, , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up