Come risparmiare energia in casa

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Risparmiare energia elettrica è, a tutt’oggi, una delle maggiori sfide con le quali occorre confrontarsi per far quadrare i bilanci familiari. Altro aspetto importantissimo è il risparmio energetico al fine di diminuire l’inquinamento ed il riscaldamento globale. Oggi viviamo in un mondo dove l’energia elettrica è alla base di quasi tutte le azioni che compiamo ogni singolo istante della giornata e poiché la impieghiamo per fare funzionare praticamente tutto ciò che ci circonda, ormai la diamo per scontata e spesso ne dimentichiamo l’importanza compiendo gesti sconclusionati (perché di questo si tratta) che fanno in modo di farcene sprecare una parte consistente. Con questa breve guida al risparmio energetico in casa, voglio riassumere alcune azioni che ci permetteranno di risparmiare energia elettrica senza modificare le nostre abitudini, perché la terra in cui viviamo ha bisogno che noi lo facciamo e, se c’è ancora bisogno di specificarlo, anche le nostre tasche.

Cosa serve per completare questa guida:

- contratti con il gestore elettrico;
- elettrodomestici a basso consumo energetico;
- prese con interruttore.



Istruzioni

  • 1
    Staccate gli elettrodomestici dalla presa di corrente quando non li usate. La nostra casa è piena di elettrodomestici e quasi tutti questi rimangono collegati alla presa di corrente anche quando non li stiamo utilizzando: staccateli! Numerosi studi effettuati dimostrano che una minima parte di corrente viene dispersa nell’ambiente anche solo tenendo attaccati alle prese gli elettrodomestici o qualunque tipo di dispositivo elettrico.
  • 2
    Mettete gli interruttori su off e non su stand-by. Altro problema al quale è possibile ovviare è quello degli “stand-by”. Questi sono quelle piccole lucine, solitamente a led, che indicano lo stato di “inutilizzo-ma-pronto all’accensione” dei dispositivi elettrici, in particolar modo di quelli di ultima generazione. Tempo fa leggevo che in itali ci sono circa 200 centrali elettriche e che tre di esse producono l’energia che ogni anno viene consumata dai led degli stand-by.
  • 3
    Togliete i caricabatterie ei telefonini dalla presa. Il discorso di prima (punto 1) include ovviamente anche i caricabatterie dei telefonini, ma mi sento di dover specificare ulteriormente il problema dei telefonini, perché tutti (e dico tutti) lasciamo attaccato il caricabatterie per giorni e giorni e questo consuma energia.
  • 4
    Occhio alle lampadine. Adesso le lampade a risparmio energetico sono le uniche del mercato ed ovviamente vi sarete resi conto tutti di come questo abbia inciso positivamente sulle nostre bollette. Tuttavia anche tra le lampade a basso consumo ci sono alcune cose a cui prestare attenzione, in particolare la classe. Le lampadine di classe a, costano di più ma sono quelle che consumano meno, quindi consiglio vivamente a tutti di utilizzarle.
  • 5
    Lo scaldabagno. Evitate di fare dei lunghi bagni caldi e preferite le docce: lo scaldabagno è uno degli elettrodomestici che consumano di più. Accendetelo nelle fasce orarie in cui l’energia costa meno (solitamente dopo le 22:00) e spegnetelo durante la mattina ed il pomeriggio. Per essere sicuri della fascia oraria, chiamate il numero verde del vostro gestore o consultate, se ce l’avete, il contratto che avete sottoscritto con esso.
  • 6
    Il ferro da stiro. Questo è uno degli elettrodomestici più inutili e che consumano di più e poi, siamo sicuri che occorra stirare ogni cosa? Evitate di stirare le lenzuola, le magliette, la biancheria e le tovaglie: basta stenderle senza fare pieghe eccessive ed una volta asciutte saranno quasi come stirate. Se proprio dovete usare il ferro da stiro (capisco che ad esempio le camicie necessitano di una stiratura) fatelo nelle fasce orarie in cui l’energia costa meno.
  • 7
    Tostapane. Anche il tostapane consuma molta energia, se non potete rinunciare ai toast piastra teli usando le piastre in ghisa che vanno sopra i fornelli di casa. Attualmente il gas costa meno dell’energia elettrica necessaria a far funzionare il tostapane.
  • 8
    La stufetta giusta. Evitate le stufe a resistenza e preferite quelle alogene, il risultato in termini di riscaldamento è lo stesso ma l’effetto in termini di consumi di energia è differente. Inoltre evitare assolutamente le stufe cosiddette “pompa di calore”, sono le peggiori in termini di consumo energetico.
  • 9
    Il timer nella tv. Quando guardate la televisione la sera mettete il timer: in questo modo eviterete di addormentarvi con la televisione accesa tutta la notte ed eviterete un consumo inutile di energia elettrica oltre ad un’usura della televisione stessa.

Tags

, ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up