Come scrivere i kanji giapponesi

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Come scrivere i kanji giapponesi
Condividi

Vediamo le istruzioni base su come scrivere i kanji, in particolare l’ordine da seguire per i vari tratti che compongono l’ideogramma.

Cosa serve per completare questa guida:

- carta;
- penna, pennarello, pennello.



Istruzioni

  • 1
    Una breve descrizione di cosa sono i kanji. I kanji sono gli ideogrammi presenti nelle scritte giapponesi (e soprattutto cinesi, che sono quelli da cui derivano quelli giapponesi). Le regole basilari che seguiranno si applicano sia ai caratteri ideografici che al sillabario classico, chiamato “hiragana”. Per prima cosa immaginiamo di avere a disposizione un immaginario quadratoall’interno del quale dobbiamo scrivere il nostro ideogramma.
  • 2
    Regola numero 1: Il kanji si traccia incominciando dalla parte superiore. Ciò significa che a prescindere dall’orientamento dei tratti, si inizia a scrivere dai trattti presenti nella parte superiore dell’ideogramma. Mai iniziare a disegnare dal basso!
  • 3
    Regola numero 2: Il kanji si traccia incominciando dalla parte sinistra. Questa è una regola generale, una delle prime cose da imparare nel cimentarsi nella scrittura giapponese. Vale sia per i kanji che per i kana.
  • 4
    Regola numero 3: Se in un Kanji son presenti tratti orizzontali e verticali che si incrociano perpendicolarmente, si tracciano prima quelli orizzontali e poi quelli verticali, sempre tenendo a mente di rispetttare le due precedenti regole. Per questa regola abbiamo diverse eccezioni, ma non son tantissime.
  • 5
    Regola numero 4: Quando ci sono dei tratti che a destra e a sinistra di un elemento che sta in mezzo, quest’ultimo si traccia per primo, seguito dall’elemento che sta alla sua sinistra ed infine da quello che sta alla destra.
  • 6
    Regola numero 5: Una forma a quattro lati va completata con tre (3) tratti. Il primo tratto è il lato sinistro, tracciato dall’alto verso il basso. Il secondo tratto comprende il lato superiore ed il lato destro, tracciati da sinistra verso destra e poi andando giù (nel rispetto delle prime due regole). L’ultimo tratto, è il lato inferiore e si traccia da sinistra verso destra.
  • 7
    Regola numero 6: una forma quadrata che contiene altri tratti al suo interno si completa dopo aver scritto gli elementi al suo interno. Praticamente si procede col disegnare i primi due tratti del quadrilatero (vedi regola precedente), poi si completano gli elementi al suo interno ed infine si chiude il quadrato. I diciamo “quasi quadrati” a forma di “C” sono esclusi da questa regola.
  • 8
    Regola numero 7: disegnare un elemento a forma di “X”. In questo caso si traccia prima il tratto dall’angolo alto destro verso la parte bassa sinistra, per intenderci una sorta di barra slash “/”. In secondo luogo si traccia la “back slash” (cioe “”) dall’angolo superiore sinistro all’angolo inferiore destro.

Tags


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up