Leonardo.it

come si traduce una infinitiva oggettiva o soggettiva in latino

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto come si traduce una infinitiva oggettiva o soggettiva in latino
Condividi

cos’è una proposizione infinitiva? forse una frase che non finisce più???? Ma no, ovvio! Altrimenti la userei in questa guida per creare 1000 step :-) )))

Istruzioni

  • 1
    In latino, quando si inizia a tradurre, le prime frasi che di solito vengono tradotte dopo le prncipali, sono quelle infinitive. Perché si chiamano infinitive? Semplice! hanno il verbo all’infinito. Ovviamente esistono anche nell’analisi del periodo italiano. Possono tradursi in forma esplicita cioè trasformando il verbo all’infinito in un verbo di forma finita (con esplicitata la persona) o mantenendo la forma implicita e cioè lasciando il verbo all’infinito. Esempio di forma esplicita: Augusto pensava che avrebbe vinto la battaglia. Forma implicita: Augusto pensava di vincere la battaglia.
  • 2
    In latino se il verbo della principale ha forma impersonale (si pensa, è noto, è evidente, si sa…) quella che segue è una infinitiva soggettiva perché funge da soggetto all’intero periodo. Se invece la principale ha il verbo di forma esplicita e cioè si sa chi è il soggetto (penso, sappiamo, catullo riteneva, sapete, conoscono…) quella che segue è una infinitiva oggettiva perché funge da complemento oggetto.
  • 3
    Tradotto il verbo della principale, passiao ad analizzare la traduzione dell’infinitiva. Il soggetto (che sia plurale o singolare o femminile o maschile) VA SEMPRE tradotto nel caso ACCUSATIVO. Gli altri complementi si mantengono tradotti come dovrebbero essere normalmente tradotti e cioè un complemento d’agente si tradurrà con a o ab e ablativo e in ultimo il verbo deve tradursi SEMPRE all’infinito.
  • 4
    Vediamo ora il tempo dell’infinito. Se c’è contemporaneità tra la principale e l’infinitiva il verbo dell’infinitiva va sempre all’infinito presente. Se l’infinitiva è posteriore alla principale, il verbo va all’infinito futuro. Se l’infinitiva è anteriore alla principale, il verbo va all’infinito passato o perfetto. Ovviamente questo vale sia per le infinitive soggettive che oggettive, passive (dove si usernno le forme dell’infinito passivo) e attive.

Tags


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up