Come stimolare la rigenerazione e favorire il ringiovanimento.

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Spiegazione di come favorire il ringiovanimento.

Istruzioni

  • 1
    • per favorire il ringiovanimento si tratta di stimolare la rigenerazione, cosa possibile seguendo alcuni accorgimenti a livello generale, riguardanti la dieta, l’utilizzo di integratori e anche rimedi naturali.
    A livello generale si dovrebbe:
    - evitare il contatto con le tossine quali i solventi organi
    - fare almeno per mezz’ora al giorno una attività aerobica e seguirla con costanza per tre volte alla settimana
    - allenarsi una o due volte a settimana con esercizi di potenziamento
  • 2
    Per quanto riguarda la nutrizione si dovrebbe:
    - evitare il consumo di zuccheri semplici
    - mangiare ogni giorno, almeno una volta al giorno cipolle e aglio
    - mangiare ogni giorno cinque porzioni di verdura e frutta fresca
    - mangiare ogni giorno circa 100 grammi di alimenti a base di soia
    - mangiare una volta al giorno circa 150 grammi di mirtilli, more o frutti di bosco
    - consumare tè invece di caffè
  • 3
    Per quanto riguarda gli integratori si dovrebbe ricorrere ad essi, su consiglio di un medico, assumendo:
    - vitamina c nella quantità di 1000 mg al giorno
    - vitamina e in misura di 400 ui al giorno
    - vitamina b12 nella quantità di 1 mg. Al giorno
    - coenzima q10 nella misura di 20 mg. Al giorno
    - cromo nella quantità di 125 mcg al giorno
    - magnesio nella quantità di 400 mg al giorno
    - selenio nella misura di 125 mcg al giorno
    - olio di semi di lino nella quantità di un cucchiaio al giorno
  • 4
    Per quanto riguarda i rimedi naturali, si tratta di assumere alcune erbe tra le quali:
    - ginkgo biloba prendendo tre volte al giorno 40 mg di estratto
    - panax ginseng nella quantità di 100 mg di estratto standardizzato, tre volte al giorno
    - crataegus oxyacantha, assumendone 600 mg.al giorno di estratto standardizzato
  • 5
    Sappiamo tutti che il progressivo declino legato all’età che avanza è inevitabile, ma se l’invecchiamento è davvero impossibile fermarlo, lo stesso non si può dire per quanto riguarda il declino che lo accompagna.
  • 6
    Abitudini di vita scorrette, inquinamento che accelera l’invecchiamento e una nutrizione squilibrata sono alla base del veloce declino fisico, ma si può fare molto per migliorare le situazione in considerazione del fatto che il nostro organismo normalmente ripara la maggior parte dei danni in modo efficace e veloce.
  • 7
    Solo quando i danni sono eccessivi si arriva ad una elevata degenerazione, quanto maggiore sarà la sproporzione tra il danno e la riparazione, tanto più si verificherà un aumento della velocità di invecchiamento.
  • 8
    La degenerazione eccessiva si riconosce prima di tutto guardandosi in bocca in quanto è il luogo dove si ha la possibilità di riscontrare il rapporto fra degenerazione e rigenerazione, infatti i batteri, la masticazione e la respirazione danneggiano le cellule della mucosa orale e delle gengive. Quando il danno è eccessivo si noterà che le gengive tenderanno a ritirarsi
  • 9
    Tra i segni e i sintomi che permettono di riconoscere la degenerazione eccessiva troviamo ad esempio i seguenti:
    - un affaticamento cronico senza una reale causa
    - pressione elevata
    - perdita della memoria anche a breve distanza
    - perdita di forza e di agilità
    - glicemia incontrollata
    - macchie sulla pelle
    - invecchiamento precoce
    - comparsa precoce delle rughe
    - calvizia prematura
    - vene varicose
  • 10
    Si possono anche riscontrare alcune cause che porta a insufficienza dei meccanismi di riparazione come ad esempio:
    - un riposo insufficiente che impedisce di avere un normale sonno rigeneratore e riparatore
    - stress eccessivo che porta ad attivare le reazioni di difesa impedendo la normare riparazione
  • 11
    - deficit neurologico
    - una nutrizione scorretta in quanto carente di vitamine e sali minerali necessari per attivare la riparazione
    - minore riparazione del dna nel caso in cui il dna è danneggiato causata dovuta anche a nutrienti inadeguati.
  • 12
    Le cause che danno origine ad un danno eccessivo sono riscontrabili per una eccessiva e continua esposizione ad ambienti o prodotti inquinanti, fenomeno che porta a danneggiare i tessuti.
    Anche l’eccesso di radicali liberi creano un danno al dna insieme a scarsa funzione metabolica che arriva ad impedire il normale svolgimento dei processi cellulari che causano una loro cattiva funzione e spesso anche la morte delle cellule stesse.
  • 13
    Non dimentichiamo inoltre che le degenerazione e l’invecchiamento precoce possono portare anche a malattie quali ad esempio le cardiomiopatie, l’insufficienza cardiaca , la depressione, il diabete, l’osteoporosi, la degenerazione maculare, l’osteoartrite e molte altre.
  • 14
    Per riuscire a mantenersi giovani e sani il più allungo possibile si deve evitare i danni inutili e stimolare la rigenerazione dei tessuti del nostro organismo. Si devono evitare le tossine, seguire una dieta sana a base vegetariana e ricca di alimenti integrali, assumere integratori alimentari e fitoterapici, riposare a sufficienza e svolgere con costanza una attività fisica.
  • 15
    Si deve comunque imparare ad ascoltare il nostro organismo, non ci si deve limitare a mettere a tacete un dolore o un disturbo utilizzando un medicinale, ma valutare il messaggio che il corpo ci invia attraverso la manifestazione dolorifica.
  • 16
    Si deve anche mangiare tanta frutta e verdura magari proveniente da colture biologiche. La rigenerazione dei tessuti dipende dalla disponibilità dei nutrienti essenziali agli enzimi per riparare i danni e di rigenerare le cellule del nostro organismo.
    Il modo migliore per raggiungere questo risultato si deve seguire una dieta ricca di alimenti integrali, frutta, verdura, frutta oleosa, semi, legumi e pesce
  • 17
    Si deve privilegiare alimenti ricchi di vitamina c quali arance, kiwi, fragole, cavolini, ribes, crescione, spinaci, limoni, papaia, broccoli eccetera; vitamina e mangiando germe di grano, frutta oleosa, lievito di birra, asparagi, erba medica, semi crudi eccetera.
  • 18
    Introdurre sempre con l’alimentazione anche il selenio tramite noci brasiliane, pesce, frutti di mare, fegato e uova. Aggiungere anche il magnesio consumando verdure a foglia verde, legumi e cerali integrali.
  • 19
    Non si deve inoltre dimenticare di introdurre nella nutrizione quotidiana gli acidi grassi essenziali. Questi sono molto importanti per la struttura della membrana cellulare. Il calo del loro consumo può portare a malattie degenerative. Si tratta di assumere oli di frutti oleosi e di semi freschi, pesce di acqua fredde.
  • 20
    Sempre per ringiovanire si deve integrare la dieta con erbe e rimedi naturali in grado di prevenire e combattere le malattie generative con il fine di mantenersi in salute e vive più a lungo. La loro azione avviene con una serie di meccanismi che vanno dalla protezione di organi dai radicali liberi e alla eliminazione delle tossine ambientali.
  • 21
    Tra queste erbe troviamo il tè verde, il ginseng siberiano e il ginseng coreano, la centella,la valeriana, la melatonina, l’aglio acidi grassi omega 3, le bacche di biancospino, l’aloe vera, i semi di fieno greco eccetera.
  • 22
    Bere il tè verde nella quantità di tre tazze al giorno, dando preferenza alla qualità senza teina, si riesce a tenere sotto controllo il colesterolo cattivo riducendolo e aumentando quello buono a vantaggio del sistema cardiovascolare, inoltre riduce i radicali liberi.
  • 23
    Il ginseng siberiano, utilizzando sotto forma di estratto nella quantità 100mg tre volte al giorno, si ottiene una notevole capacità stimolante che portano al miglioramento dello stato di salute in quanto rafforzando il sistema immunitario riduce i radicali liberi e di conseguenza rallenta l’invecchiamento.
  • 24
    Utilizzando il ginseng coreano nella misura di 500 mg. Al giorno di radice polverizzata si ottiene un’azione tonica e ricostituente utile per ridurre gli stati di stress sia fisico che mentale. Porta anche a miglioramenti sulla concentrazione e sull’attenzione.
  • 25
    La centella ha un elevato potere cicatrizzante, assumendola con alimenti ricchi di vitamina c, si ottiene un’accelerazione sulla sintesi del collagene arrivando a stimolare anche la crescita delle unghie e dei capelli, inoltre stimola il flusso sanguigno e porta ad avere un processo di riparazione dei tessuti.
  • 26
    Per evitare l’invecchiamento precoce si tratta anche di dormire bene. Quando non si riesce si tratta di ricorre all’utilizzo di tisane di camomilla oppure all’uso di valeriana e di melatonina, arrivando anche a ridurre il consumo del caffè.
  • 27
    Dormine bene è fondamentale per il nostro organismo in quanto durante il sonno si verificano processi fisiologici che permettono di mantenerci giovani. Quando più si invecchia, tanto meno si dorme. Questa diminuzione di sonno dovuto all’ormone della crescita che diminuisce, porta come conseguenza la perdita di neutralizzazione dei radicali liberi che portano alla degenerazione.
  • 28
    Dormire male e poco può dare origine a una serie di disturbi quali una stanchezza insistente, una diminuzione della forza fisica, peggioramento del rapporto tra colesterolo cattivo e buono, rischio maggiore di aumento di pressione, diminuzione della densità ossea e molto altro.
  • 29
    L’utilizzo della melatonina non aiuta a dormire ma ha la capacità nell’indurre al sonno, sia nel caso si abbia ritmi di sonno alterati oppure si soffra di insonnia vera e propria. I livelli di melatonina calano all’avanzare dell’età, utilizzandola anche a grandi dosi, non ha effetti collaterali. Si tratta di assumere un’ora prima di andare a letto da 3 a 6 mg. Di melatonina.
  • 30
    La valeriana è uno dei rimedi più tradizionali insieme alla tisane di camomilla. La valeriana è un valido aiuto per coloro che soffrono di insonnia. Si assume sotto forma di pillole o capsule nella quantità riportata dalla confezione del prodotto.
  • 31
    Per rallentare l’invecchiamento si deve anche intervenire sulle arterie cercando di mantenerle libere, riducendo il colesterolo. Pertanto si deve fare attenzione alla nutrizione, limitando i grassi, i fritti, gli insaccati eccetera.
  • 32
    Si può inoltre utilizzare rimedi naturali che aiutano a mantenere libere le arterie e i vasi sanguigni come l’aglio, gli acidi grassi omega 3 e il coenzima q 10 e le bacchi di biancospino per rinforzare anche il cuore.
  • 33
    L’aglio è uno dei nutrimenti sicuramente tra i più economici e soprattutto più efficaci. Si può utilizzare sia cotto che crudo oppure sotto forma di capsule di aglio in polvere. E’ un valido aiuto per mantenere pulire le arterie e nello stesso tempo per abbassare la pressione alta.
  • 34
    Gli acidi grassi- omega 3 sono utili per liberare i vasi sanguigni e per evitare il sorgere di malattie cardiache. Si tratta di consumare alimenti ricchi di questi acidi quali gli oli di pesce, le noci, i semi di lino e il portulaca. Questi acidi si trovano anche sotto forma di capsule che vanno assunte nella dose indicata nella confezione del prodotto.
  • 35
    L’utilizzo del coenzima q10 è utile per prevenire e curare le malattie cardiovascolari. Il cuore si può rigenerare grazie ad appropriate cure nutrizionali e con l’integratore di coenzima q10. Si assume nella quantità, dopo aver consultato il proprio medico, di 25 mg. Al giorno
  • 36
    Una delle erbe migliori in grado di rafforzare il cuore è il biancospino. Si utilizzano le sue bacche ma volendo si può usare anche il resto della pianta. Quest’erba è stato dimostrato che è in grado di aiutare il cuore favorendo i flavonoidi o meglio un gruppo di vegetali in grado di proteggere dai radicali liberi. Si può prendere, dopo aver sentito il proprio medico, 120 mg. Di estratto di bacche di biancospino tre volte al giorno.
  • 37
    Per favorire il ringiovanimento si deve anche tenere in buona funzione anche il cervello e tutte le funzioni neurologiche. A tale proposito per migliorare l’afflusso di sangue al cervello si può assumere, dietro consiglio medico, il ginko biloba che è in grado anche di prevenire una serie di disturbi metabolici e neuronali.
  • 38
    La salute del cervello e del sistema nervoso è indispensabile fare una regolate attività fisica, mantenendo liberi i vasi sanguigni e rafforzando il cuore. Il ginko biloba va assunto nella misura di 40 mg. Di estratto tre volte al giorno, avendo possibili effetti di interferenze con altri medici, prima di assumerlo si deve avvisare il proprio medico curante.
  • 39
    Si deve inoltre mantenere in salute anche l’apparato muscoloscheletrico per evitare che degeneri. A tale proposito sarà necessario svolgere con costanza un’attività fisica e intervenire sulla nutrizione assumendo alimenti ricchi di calcio quale latte, formaggi, uova e pesce.
  • 40
    Se fosse necessario, dopo aver consultato il medico, si può assumere 800 mg. Di calcio citrato e 500 mg. Di magnesio citrato ogni giorno.
    Nemici del apparato scheletrico sono il fumo e gli alcolici oltre al caffè, si tratta pertanto di eliminare i primi due e ridurre l’ultimo.
  • 41
    Anche la vista va tenuta in buona salute. A tale proposito si tratta di intervenire con la nutrizione assumendo alimenti ricchi di flavonoidi antiossidanti che hanno la capacità di evitare i danni che i radicali liberi hanno sulla retina
  • 42
    Si deve pertanto assumere preferibilmente i mirtilli oltre alla frutta e alla verdura in genere. Aggiungere anche il consumo almeno due volte a settimana i legumi. Bere ogni giorno del tè nella quantità di due o tre tazze meglio quello deteinato.
  • 43
    Per ridurre l’eventuale eccesso di glicemia che comporta la formazione del diabete, altra malattia degenerativa, si tratta di assumere semi di fieno greco. Si assumere nella misura di 25 grammi di fieno greco al giorno per avere una buona riduzione degli zuccheri.
  • 44
    Sempre per ottenere effetti validi per mantenersi giovani si tratta di utilizzare anche l’aloe vera. Un rimedio valido per eliminare le infiammazioni e per ridurre la glicemia tutto a vantaggio del buon funzionamento dell’organismo.
  • 45
    Anche la depressione deve essere tenuta sotto controllo in quanto è un’altra causa di invecchiamento precoce. Si può intervenire utilizzando l’iperico o l’erba di san giovanni e il ginkgo biloba
    questi rimedi sono utili per migliorare le funzioni del cervello e il sistema nervoso.
  • 46
    Per intervenire quindi sulla depressione introdurre nella alimentazione il consumo di alimenti ricchi di vitamine del gruppo b, quale il lievito di birra, il fegato di vitello, i cereali integrali, l’avocato, la melassa scura, la frutta oleosa e i semi crudi oltre ai germi di grano.
  • 47
    L’iperico è una delle erbe più efficaci per migliore l’umore e curare la depressione. Questo rimedio va utilizzato, dopo aver consultato il medico in quanto ha effetti collaterali e soprattutto può interagire con altri medicinali. Va inoltre rammentato che tende ad innalzare la pressione.
  • 48
    Dobbiamo inoltre introdurre nella nostra alimentazione il consumo di soia. La soia insieme alla segale, ai semi di lino vengono trasformati dalla flora batterica intestinale in fitoestrogeni che hanno la proprietà di ridurre il rischio di tumori. La soia, la segale e i semi di lino sono sostanze antiossidanti che hanno quindi il potere di distruggere i radicali liberi.
  • 49
    Adottare una dieta e una nutrizione varia e ricca di frutta e verdura è sicuramente la migliore soluzione per allontanare la vecchiaia ma soprattutto raggiungerla in buona salute. Tutti i cibi che andranno cotti, sarebbe meglio condirli con poco sale e con olio extra vergine di oliva crudo.
  • 50
    Si tratta di ridurre la quantità delle razioni e di non eliminare nessun alimento al massimo quelli grassi mangiarli solo raramente. Infatti le privazioni di cibi a volte portano a stati di ansia e insoddisfazione che non è sicuramente un valido modo per il nostro organismo.

Tags


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up