Leonardo.it

Come sverminare il vostro cane

1 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 voti
Condividi

Il vostro tenero cucciolo da qualche giorno ha la pancia gonfia e uno stato generale di abbattimento e malessere? E’ probabile che debba essere sverminato. Vi propongo una brevissima guida per liberare il vostro cane da questo fastidioso problema che affligge già i nostri amici a quattro zampe quando sono piccolissimi!

Cosa serve per completare questa guida:

- Solo un pò di amore :);
- Attenzione.



Istruzioni

  • 1
    Iniziamo subito con lo sfatare un mito: non è vero che al cane si dà la carne cruda. Infatti la carne non cotta causa nel nostro amico peloso l’insorgenza di problemi intestinali e favorisce la proliferazione di vermi.
  • 2
    Se il vostro cane vive in giardino è maggiormente soggetto al rischio di ascaridiosi. Questi ultimi sono vermi lunghi, sottili e arrotondati. Presentano una forma simile a uno spaghetto e per la maggior parte dei casi vengono espulsi attraverso le feci.
  • 3
    Nei casi più gravi questi vermi posso essere anche rigurgitati dal vostro amico a quattro zampe. Sfatiamo adesso un’altra leggenda popolare: non è vero che se il vostro cane ha i vermi ve ne potrete accorgere esaminando ad occhio nudo gli escrementi di Fido.
  • 4
    Questo genere di vermi infatti può manifestarsi in modo silente senza essere immediatamente individuabile nelle feci del vostro amico peloso se non attraverso un’accurata analisi svolta in laboratorio.
  • 5
    Potete però avere la certezza che il vostro amico a quattro zampe abbia i vermi se vi accorgerete che l’addome del vostro amato Fido ha costantemente una strana forma che assomiglia a quella di una piccola botte.
  • 6
    Se poi il vostro cagnolino è un trovatello raccolto dalla strada e che quindi molto probabilmente fino a quel momento ha vissuto in una condizione di promiscuità con gli altri cani purtroppo è quasi sicuro che abbia i vermi.
  • 7
    A questo punto potrete decidere se ricorrere all’aiuto del veterinario o tentare una via più economica. In questo secondo caso prendete uno spicchio di aglio, avendo cura di eliminare la parte interna che presenterà la forma di una striscetta verdognola.
  • 8
    Sminuzzate l’aglio in tanti piccoli pezzetti e mischiatela al cibo del vostro cane una volta ogni venti giorni circa. Abbiate cura di ripetere l’intera operazione finchè non avrete somministrato a Fido almeno quattro volte volte un intero spicchio di aglio.
  • 9
    L’alito del vostro cane non sarà dei migliori, ma potrete ovviare al problema comprando gli appositi stic per l’igiene dentale del cane in vendita anche nei supermercati. Questi stic infatti, oltre a proteggere denti e gengive di Fido , ne profumano piacevolmente l’alito per diverse ore.
  • 10
    Se invece doveste pensare di farvi seguire da un veterinario attenetevi scrupolosamente alle indicazioni che vi verranno fornite. In linea di massima comunque il cane va sverminato non prima che abbia compiuto quindici giorni.
  • 11
    Dopo questa prima somministrazione dovrete attendere altri quindici giorni per somministrare la seconda dose di vermifugo. Infine dovrete somministrare la terza dose a circa cinquanta giorni e l’ultima dose a circa ottanta giorni.
  • 12
    Attenetevi alle indicazioni del veterinario anche per stabilire in relazione alla posologia del vermifugo che tipo di tempistica e modalità rispettare per le vaccinazioni del vostro amico a quattro zampe.
  • 13
    Se la somministrazione di aglio o del vermifugo dovesse non essere gradita al vostro amico a quattro zampe consiglio di mischiare il tutto con del cibo umido o con un tocchetto di tritato bollito senza sale.
  • 14
    In ogni caso fate bene attenzione a che il vostro cane non presenti diminuzione di appetito, senso generale di svogliatezza,perdita di energia, alternanza di diarrea e di stitichezza, pelo che perde di lucentezza o un estremo stato di nervosismo.
  • 15
    In questo caso sarà necessario ricorrere tempestivamente all’aiuto del vostro veterinario di fiducia che saprà come intervenire nella maniera più efficace e pratica per la salute del vostro amato amico.

Tags

, , , , , , , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up