Come tenere sotto controllo la pressione alta con l’aglio

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Come tenere sotto controllo la pressione alta con l'aglio
Condividi

Continuo a parlare anche in questa guida delle preziose caratteristiche dell’aglio.
Ma questa volta voglio parlarvi dell’utilita’ dell’aglio per abbassare la pressione arteriosa.
Infatti non tutti sanno quanto puo’ essere utile in questo caso…

Istruzioni

  • 1
    Nel corso dei secoli, sono state riconosciute all’aglio, tantissime proprieta’ preziose per la salute. Queste sue caratteristiche, oggi, sono state innumerevoli volte provate da studi appropriati, condotti proprio per accertare e rendere note le caratteristiche di questa pianta, conosciuta anticamente ed usata anche dalle nostre nonne in tantissime occasioni.
  • 2
    Ma se alcune capacita’ o proprieta’ dell’aglio sono ormai note, come ad esempio la sua azione antibatterica, la sua azione antisettica, quella depurativa ecc… altre non sono ancora tanto considerate. Eppure sono molto importanti.
    Prima fra queste e’ la capacita’ dell’aglio nell’abbassare la pressione del sangue.
  • 3
    Infatti forse in pochi sanno che l’aglio ha anche una validissima azione di vasodilatazione.
    Ma partiamo dall’inizio per capire meglio.
    Innanzi tutto la pressione non e’ altro che l’energia con la quale il sangue circola nei vasi sanguigni.
    Questa energia dipende sia dalla spinta data al sangue dal cuore, sia dall’elasticita’ che hanno i vasi sanguigni.
  • 4
    Se i vasi sono rigidi, la pressione sara’ piu’ alta.
    Una importantissima caratteristica dell’aglio e’ proprio che questo ha la capacita’ di abbassare la pressione arteriosa , proprio come un vasodilatatore.
    La vasodilatazione non e’ altro che l’aumento del diametro dei vasi sanguigni, all’interno dei quali circola il sangue.
  • 5
    Di conseguenza, se i vasi sono piu’ larghi, e’ naturale che la pressione con la quale circolera’ il sangue nel loro interno, sara’ sicuramente piu’ bassa.
    Ecco il motivo per cui con l’ipertensione, vengono generalmente prescritti farmaci vasodilatatori.
    L’aglio, assunto in giuste dosi, ha una azione vasodilatatoria evidente.
  • 6
    In modo particolare, la parte piu’ importante dell’aglio e’ lo spicchio, contenente una sostanza che si chiama allicina.
    L’allicina, cosi’ come lo spicchio dell’aglio, hanno maggiore efficacia se vengono consumate crude.
    La cottura infatti distruggerebbe tutte le sostanze benigne in essi contenute.
  • 7
    E’ quindi preferibile consumare l’aglio crudo.magari masticando qualche spicchio al mattino, masticando subito dopo qualche chicco di caffe’ per eliminare il forte odore. Ma l’aglio crudo si puo’ aggiungere nell’insalata, aggiunto ad olio crudo e origano per condire una fetta di carne ai ferri, dopo averlo tritato finemente, strofinato sulle fette di pane con cui facciamo le bruschette, ma ci sono tantissimi modi, soprattutto se si ha fantasia.
  • 8
    Ma ci sono anche altri modi per assumere le sostanze preziose in esso contenute, anche se il principale rimane sempre l’assunzione a crudo, perche’ molto molto piu’ efficace rispetto agli altri metodi.
  • 9
    Ad esempio si possono schiacciare gli spicchi insieme ad olio crudo di oliva per fare una crema simile alla maionese, spalmabile .
    O ancora si puo’ fare il decotto di aglio, facendolo bollire per circa un’ora in un litro di acqua.
    Se invece preferite l’estratto secco, che e’ preferibile anche perche’ oltre a non avere un’odore fastidioso, mantiene inalterate le proprieta’ contenute, affidatevi ai preparati esistenti in commercio.

Tags

, , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up