Come tutelarsi se l’acquirente non esegue il passaggio di proprietà

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Come tutelarsi se l'acquirente non esegue il passaggio di proprietà
Condividi

Quando vendiamo il nostro veicolo dovremmo accertarci che l’acquirente sia andato a fare il passaggio di proprietà. Chi acquista una vettura ha infatti 60 giorni di tempo per formalizzarne il passaggio all’ACI. Ma cosa accade e quali rischi corre il venditore se chi acquista non effettua il passaggio di proprietà?

Istruzioni

  • 1
    Naturalmente se l’acquirente non effettua il passaggio di proprietà nei 60 giorni che seguono l’acquisto incorre in sanzioni amministrative. Purtroppo, però, le sanzioni fiscali, la responsabilità civile e le eventuali multe rimangono a carico dell’intestatario legale del veicolo secondo il PRA.
  • 2
    Per non correre rischi chi vende la propria vettura può registrare l’avvenuta transazione al PRA oppure ricorrere per causa civile al giudice di pace. Per effettuare la transazione al PRA occorre far registrare da questi la vendita dell’auto, pagando per le spese amministrative, di gestione e applicando le marche da bollo richieste dall’ufficio di competenza.
  • 3
    L’alternativa al giudice di pace fa si che questi registri la transazione e la stabilisca con una sentenza. Il giudice richiederà tutta la documentazione che attesti la vendita e richiederà i dati del compratore. Con questa sentenza ci si può recare al PRA per registrare il passaggio.

Tags

,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up