Leonardo.it

Come utilizzare uTorrent

2 votes, average: 4,50 out of 52 votes, average: 4,50 out of 52 votes, average: 4,50 out of 52 votes, average: 4,50 out of 52 votes, average: 4,50 out of 52 voti
Foto ad utilizzare uTorrent
Condividi

Una semplice guida su come muovere i primi passi nel velocissimo mondo dei torrent!

Istruzioni

  • 1
    Questa guida vi servirà essenzialmente per imparare a superare il trauma iniziale con uTorrent, quindi vi spiegherà facilmente come settare il necessario e come fare per utilizzarlo tutte le volte.
    Non sarà quindi una guida avanzata sui settaggi avanzati, sui tracker, ecc. Discorsi sui quali eventualmente si potrebbero creare poi altre guide, ma che per usare tutti i giorni uTorrent non vi servono.

    Per prima cosa vi serve il programma in questione, ovvero uTorrent, questo client gratuito, non OpenSource, che vi permetterà di aprire i torrent e di scaricare il file in questione.
    Questo tipo di P2P si è molto diffuso ultimamente soprattutto per via del fatto che eMule, dopo la chiusura di determinati server, non ha più ne i contenuti e ne l’efficenza di una volta, rendendo quindi i torrent la migliore soluzione (mi rivolgo a tutti coloro che non hanno Fasteweb con eMule Adunanza).
    L’uso dei P2P ovviamente non è illegale perchè permette semplicemente di scaricare dei file e può essere usato da chiunque per qualsiasi motivo, molti siti infatti oramai permettono di scaricare tramite i torrent rendendo così il download molto più veloce.

    Per scaricare uTorrent basterà recarsi sul sito ufficiale, ovvero: http://www.utorrent.com/
    Una volta lì cliccate su “Get uTorrent”, si aprirà la finestra di salvataggio, salvate il file dove volete e passate al punto due.
  • 2
    A questo punto avete fra le mani il file utorrent.exe, o come l’avete chiamato, in questo momento che scrivo la guida è arrivato alla versione 1.8.1, ma da quando lo uso le impostazioni sono rimaste praticamente le stesse.
    Ora non vi basta che installarlo seguendo il wizard apposito, potete anche lasciare tutto com’è ed installarlo direttamente.
  • 3
    Ora avrete uTorrent installato sul vostro computer, rimane il fatto però che è tutto in inglese, tornate sul sito (http://www.utorrent.com/) cliccate in alto sulla sezione Download e cliccate sul download sottostante al Lenguage Pack, contenente la lingua italiana.
    Si aprirà come al solito la finestra di salvataggio, ditegli di salvarlo nella cartella di uTorrent, se avete lasciato quella di base è in C:ProgrammiuTorrent.
  • 4
    Aprite uTorrent, vi troverete davanti una schermata alquanto semplice, nella parte centrale saranno elecanti i vari torrent in download, sotto ci sono i vari dettagli relativi al torrent selezionato, nella colonna di sinistra ci sono le varie sezioni e in alto i vari pulsanti relativi ai torrent in download.

    Iniziamo a configurarlo, cliccate in alto su Opzioni, poi su Impostazioni.
    In Generale, se non fosse già settato, mettete la lingua su Italian.
    Le impostazioni sono divise in vari punti, noi guarderemo quelli essenziali per farlo andare, ovvero:
    - Cartelle
    - Connessione
    - Banda
    - BitTorrent
  • 5
    Cartelle:
    In questa sezione vi consiglio di settare una cartella specifica dove scaricare i file, io per esempio uso Vista ed avendo la cartella dedicata ai Downloads di base ho settato quella sia sotto a “Metti i nuovi download in” che in “Sposta i download completati in”, in modo da non occupare troppe cartelle ed avere una cosa unica.
    In ogni caso spuntate la casellina affianco a “Chiedi sempre su aggiunta manuale”, in questo modo anche se avrete delle cartelle predefinite vi chiederà sempre se volete cambiare il percorso, nel caso modo potete anche scegliere all’interno del torrent quali file scaricare e quali no.
  • 6
    Connessione:
    Qui dipende da come siete connessi, se usate un router o semplicemente un modem, o altri modi.
    Inizialmente provate a lasciare la porta che vi mette lui, ma comunque fate in modo che siano spuntate le caselle di “Abilita mappature porte UPnP” e “Abilita mappature porte NAT-PMP”, nel caso fosse possibile lui mappa da solo la porta che usa.
    Se state usando il Firewall di Windows spuntate anche la casella di “Agg. un’eccezione al Firewall di Windows”.
  • 7
    Banda:
    In questa sezione il discorso si complicherebbe, perchè i dati relativi al Numero di connessioni sarebbero da tirar fuori in base ai dei calcoli sulla velocità della vostra linea, ma sinceramente mi è capitato che anche non facendo tutto ciò si scaricava al massimo, quindi per un uso normale lasciate tutto così.
    Impostate invece come “Velocità massima di UL(kb/s)” un valore ragionevole secondo la vostra connessione, per esempio 10, o 20, sarebbero i KB/s che usate in Upload, un valore troppo alto non vi permetterà una buona navigazione.
    Se volete impostate una velocità di Upload alternativa quando non si stà scaricando, ma non è necessario.
    Come velocità di Download invece mettete 0, ovvero illimitata, non diamo un limite ovviamente al download, più và veloce e meglio è.
  • 8
    BitTorrent:
    In questa sezione l’unica casella che non deve essere spuntata è “Limite banda peer locali”.
    In Cifratura Protocollo impostate “In uscita” su forzata e spuntate la casellina di “Permetti conn. in arrivo non cifrate”.
  • 9
    Adesso è settato per andare, quello che resta da fare è vedere se non ci sono problemi con le porte, in quel caso dovrete vedere voi come sbloccarle sul vostro router, ecc.

    Quello che vi serve per scaricare adesso sono i file .torrent che uTorrent aprirà in automatico.
    Prendiamo un sito ad esempio, quello di Ubuntu che permette di scaricare la loro versione di Linux tramite torrent.
    Andate a questo indirizzo: http://wiki.ubuntu-it.org/Installazione/HardyHeronTorrent
    Scegliete una versione a caso, ora proviamo giusto per capire come funziona.
    Cliccando sul link si aprirà sempre la finestra di salvataggio, volendo potete aprirlo direttamente o salvarlo dove volete, in ogni caso aprendolo si aprirà anche uTorrent che vi mosterà cosa contiene il torrent, in questo caso la ISO di Ubuntu, e dove andrà a salvarlo.
    Se volete cambiare destinazione cambiatela, se no lasciatela così com’è.
  • 10
    Una volta cliccato su Ok il torrent si aggiungerà alla lista, capire le iconine è semplice, basta guardare le sezioni della colonna di sinistra, ovvero:
    - Freccia blu verso il basso: il torrent è in download
    - Freccia verde verso l’alto: il torrent è completato
    - Icona grigia: non è connesso
    - Icona rossa: non ha fonti

    Quando cercate un torrent quello che vi interessa sono i Peer e i Seed, è buona cosa che ne abbia abbastanza, ma un numero eccessivamente elevato potrebbe rallentare il tutto, anche se ogni download è un caso a parte.

    Cliccando sul torrent sotto vedrete i vari dettagli, quello che vi interessa soprattutto, oltre al fatto dei Peer e dei Seed, è che in Generale la barra della Disponibilità sia completamente azzurra, ovvero con un numero superiore a 1.000, questo vuol dire che quel torrent è completamente disponibile, è possibile scaricarlo al 100%.
    Nel caso mettete in download un torrent che abbia meno disponibilità provate a tenerlo per un’oretta, se la situazione non cambia toglietelo direttamente, è molto probabile che non lo finirete mai.
  • 11
    A questo punto occorre sapere se uTorrent è connesso correttamente o meno, provate a chiuderlo e a riaprirlo, lasciatelo per qualche minuto e osservate la barra infondo, fra il DHT e la velocità di download dovrebbe apparire un’icona, se tutto va bene è un bollino verde, se c’è qualche problema è un triangolo giallo mentre se non si connette è un bollino rosso.
    Nel primo caso è ottimo, se il torrent è buono partirete subito a scaricare, nel secondo non è detto che non vada, non siete connessi al massimo ma potrebbe anche scaricare al massimo della banda, nell’ultimo caso c’è un problema con le porte, dovete sistemarlo in qualche modo.
  • 12
    Il vostro uTorrent ora è settato a livello base, potete scaricare i torrent senza problemi e volendo accantonare senza problemi eMule, anche per via del fatto che uno dei tanti lati positivi di uTorrent è la leggerezza, occupa solamente pochi mega.

    Quando il download è completo uTorrent vi avviserà, una volta finito se volete lasciarlo in upload non fate niente, altrimenti cliccate sul torrent con la freccina verde (ovvero quello completato) e schiacciate Canc sulla tastiera, vi chiederà una conferma, dategli l’ok, in questo modo lo toglierà dalla lista ma vi rimarrà il file scaricato.

    Se invece aggiungete il torrent sbagliato per eliminare sia il torrent e il file cliccate sul torrent in lista col tasto destro, andate su “Rimuovi e”, poi su “Rimuovi .torrent + dati” e confermate.

    Buon download allora!

Tags

, , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up